luglio 02, 2015 - Expo 2015

La tecnologia applicata alla protezione dell’ambiente: a expo milano 2015 il convegno di Finmeccanica

“Insedierò un tavolo di lavoro ministeriale per la definizione del piano nazionale dell’agricoltura di precisione”. E’ questo l’annuncio che il Ministro per le Politiche agricole, alimentari e forestali, Maurizio Martina, ha fatto a conclusione del convegno “Proteggiamo la nostra terra dall’alto: dai satelliti ai droni”, che si è svolto oggi a Expo Milano 2015. “Il nostro obiettivo - ha proseguito Martina - è diventare leader nell’agricoltura di precisione per fare la differenza nella competitività e sostenibilità. Se utilizzeremo i sei mesi dell’Esposizione Universale per determinare l’agenda pubblica e privata, avremo svolto un gran lavoro, anche in vista del dopo-Expo”. Il convegno, organizzato da Finmeccanica, Official Global Partner di Expo Milano 2015, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare e del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, è stato dedicato all’utilizzo di tecnologie innovative per la tutela dell’ambiente e del territorio. Al dibattito hanno partecipato diversi esperti del settore, come Massimo Mucchetti, presidente della commissione Industria del Senato, Roberto Battiston, presidente dell’Asi, Bernardo De Bernardinis, Presidente dell’Ispra, Mauro Facchini, capo dell’unità Copernicus della Direzione Generale Grow della Commissione Europea, Giuseppe Morsillo, Direttore dell’Esa e Luigi Pasquali, amministratore delegato di Telespazio. All’evento sono intervenuti il Commissario Unico Delegato del Governo per Expo Milano 2015, Giuseppe Sala e il presidente e amministratore delegato di Finmeccanica, Giovanni De Gennaro e Mauro Moretti. “Far funzionare la macchina di Expo Milano 2015 richiede uno sforzo quotidiano notevole di grande concentrazione – ha detto Giuseppe Sala. – Ringrazio quindi chi con noi ha accettato questa sfida, l’apporto di Finmeccanica è indispensabile per la riuscita di questo evento”. “Expo Milano 2015 – ha sottolineato, a sua volta, Mauro Moretti – è una vetrina importantissima per Finmeccanica e per tutte le tecnologie del Made in Italy che hanno bisogno di farsi apprezzare a livello internazionale”. “Quando si ha la cognizione che i beni naturali non sono più illimitati – ha aggiunto Moretti – cambia il modo di interpretare l’uso della tecnologia. Il sistema di informazione che può arrivare attraverso le installazioni di cui siamo dotati ha il compito di osservare la terra per poter poi dispensare le informazioni ai vari settori. In questo modo, attraverso l’uso oculato delle risorse, possiamo affrontare i problemi e trovare soluzioni”. “Il concetto di protezione si basa sull’informazione – ha osservato Giovanni De Gennaro –. Gli strumenti forniti dall’alta tecnologia di Finmeccanica, come droni e satelliti, ci permettono di raccogliere il maggior numero di informazioni e svolgono la funzione delle torri costiere di una volta. I dati raccolti in questo modo trovano l’applicazione nella prevenzione dei disastri ambientali, nel supporto alla pesca e aiutano la coltivazione”. Alla fine del convegno, Mauro Moretti e Giovanni De Gennaro, accompagnati dal Ministro Martina, hanno firmato la Carta di Milano, per sottolineare l’impegno di Finmeccanica nell’innovazione volta alla protezione dell’ambiente e del pianeta.