maggio 29, 2015 - Regione Marche

Expo: Nello Spazio Espositivo White Cube, le Marche presentano la mostra "Prospettive di vita"

Spazio Regione Marche ad Expo Milano 2015 29 maggio/11 giugno 2015

Le Marche, terra ricca di storia e di bellezze naturali, culla di artisti e studiosi celebri, con un modello economico-imprenditoriale tipico ed esemplare, sono anche la regione più longeva d’Italia e d’Europa.

In linea con i temi di Expo Milano 2015, le Marche svelano al mondo, da questo palcoscenico privilegiato, la formula dell’elisir di lunga vita: l’insieme di buone pratiche e tradizioni secolari, l’unicità dei paesaggi, le esperienze artigiane e sociali dell’uomo hanno dato vita a un modello alimentare che non è solo gastronomico ma anche e soprattutto culturale e che, attraverso il cibo e il costume, ha dimostrato di saper promuovere il benessere delle persone e influire significativamente sulla loro longevità.

In questo contesto dal 29 maggio all’11 giugno 2015, all’interno del Padiglione Italia, la Regione Marche presenta “La prospettiva di vita”, una grande esposizione curata dallo scenografo Giancarlo Basili, dal sociologo Aldo Bonomi e dal professor Roberto Bernabei presidente di Italia Longeva che racconta i peculiari fattori di eccellenza che hanno consentito alle Marche di conquistare il primo posto in Italia e in Europa per longevità: la corretta alimentazione basata sui prodotti tipici del territorio (cereali, verdure, pesce, carne, latticini, olio d’oliva e, con moderazione, vino), la qualità del paesaggio, la coesione sociale, lo stile di vita.

Cuore dell’allestimento della mostra, installata nello spazio dedicato a rotazione alle regioni italiane all’interno del Padiglione, sono i 15 maxischermi touchscreen sui quali scorrono i cortometraggi realizzati da filmakers marchigiani che condenseranno in pochi minuti tutta la magia e le emozioni ma anche la storia, l’attualità e le prospettive del rapporto tra natura, ambiente, alimentazione, stile di vita attivo e longevità della Regione. La presenza dei visitatori e la loro scelta sarà il solo dispositivo in grado di animare le cornici vuote sulle pareti bianche. Una metafora di comunità: sono le persone e non i territori o il patrimonio in sé l’energia vitale dei progetti e dei processi contemporanei di appartenenza e sviluppo.

L’accesso allo spazio Marche sarà scaglionato a numero chiuso, per poter garantire una lettura adeguata della proposta espositiva. All’ingresso verrà distribuito un foglio di mostra che servirà da orientamento e da guida alla fruizione, con app dedicate ad ogni approfondimento e un sito costruito ad hoc collegato alla partecipazione della Regione ad Expo. Il foglio di mostra non è semplice informazione ma è parte del progetto stesso, è un gadget desiderabile e di immediata identificazione con la regione Marche.

Tutte le info ed il programma sempre aggiornato delle iniziative sono consultabili sul sito www.expo2015.marche.it e sulla pagina Facebook “Expo Marche 2015”.

WHITE CUBE - L’allestimento

Il concept è quello di una grande galleria d’arte con quadri in movimento all’interno di uno spazio totalmente bianco, denominato White Cube. In un contesto nel quale tutti esibiscono qualunque cosa, le Marche, scelgono un profilo apparentemente basso ma in realtà strutturato e approfondito. In controtendenza con l’“ultra pieno” dell’Expo la scelta è quella dell’ “ultra vuoto”. Un vuoto solo apparente in realtà, perché dietro le pareti immacolate che caratterizzano con nettezza lo spazio si nascondono mondi, tesori, patrimoni, comunità, persone, economie, storie e stili di vita con un comun denominatore: la longevità. Il White Cube Marche si presenta dunque come una scatola completamente bianca ed entrando, il visitatore nota solamente le cornici vuote alle pareti. Il viaggio per le Marche però può cominciare subito, attivando con un tocco uno dei 15 monitor. Un paio di cuffie guida il percorso.

Check up gratuito per i visitatori

Né buona sorte, né risultato del progresso scientifico: una vita lunga e in buona salute è e resterà una conquista personale. Sulla longevità la genetica non incide più del 20-25%, e non sembra che la farmaceutica abbia concrete chance di distillare l’elisir di lunga vita. Ciascuno è quindi responsabile del proprio destino e può fare moltissimo per vivere a lungo e in buona salute, fisica e mentale. A partire dai semplici comportamenti quotidiani: mangiare in modo sano, seguire uno stile di vita corretto, non perdere il contatto con la natura, con la famiglia, con la società, e coltivare solidi valori umani e spirituali. È questa la formula magica della longevità. Per scoprire se si hanno le caratteristiche fisiche e le buone abitudini tipiche delle persone destinate a vivere a lungo, Italia Longeva propone un Longevity Check-Up: una rapida misurazione dei parametri più significativi per una diagnosi predittiva sull’invecchiamento. In pochi minuti, rispondendo a un agile questionario sulla propria storia clinica e sul proprio stile di vita, e sottoponendosi a un rapido esame medico, i visitatori sapranno se sono candidati a divenire i nuovi centenari.

Nelle tue mani i semi della Biodiversità delle Marche

Ogni visitatore riceverà anche una shopper contenente oltre il foglio di mostra e la brochure Marche EXPO 2015, una bustina termosaldata contenente alcuni semi della Biodiversità delle Marche forniti dall’ASSAM. Si tratta di 10 varietà dei semi: orzo nudo, cece quercia di Appignano, fagiolo monachello, fagiolo americano, fagiolo occhio di capra, fagiolo cenerino, fava di Fratte Rosa, mais ottofile di Roccacontrada, cicerchia di Serra de’ Conti, anice verde di Castignano. Il visitatore avrà in mano, quindi, semi rari la cui conservazione può contribuire alla salvaguardia della biodiversità ed alla sopravvivenza del pianeta.