marzo 17, 2015 - Palazzo Civico Lugano

Vittorio Sgarbi presenta 'La Bella Principessa' di Leonardo a Lugano

Il dipinto ritrovato esposto agli occhi del grande pubblico.
Il ritratto di dama su pergamena, asportato dal volume della fine del ‘400 conosciuto come La Sforziade, è stato definito “il più grande giallo della Storia dell’Arte”. Oggi con l’attribuzione al Genio di Vinci consolidata possiamo ammirare questo ritratto di Bianca Sforza, chiamato dal Prof. Martin Kemp “La Bella Principessa”.
È il punto di arrivo di un’avventura cominciata poco prima del ‘500 e che si rivela agli uomini del presente con la forza evocativa dei suoi protagonisti e l’incanto sublime della bellezza del Genio senza tempo.

L’esposizione della Bella Principessa rappresenta il momento emozionante della rivelazione, la fase in cui dopo le parole, i pareri e il confronto, a tutti noi viene offerta la possibilità unica di “toccare con mano”, di ammirare da vicino il mistero svelato.
Leonardo da Vinci suscita da sempre emozione e stupore ed ogni aspetto del suo intervento geniale, nell’arte pittorica, nella tecnica, nella ricerca più ambiziosa e stravagante e in definitiva in tutti i prodotti della sua mente straordinaria, è divenuto, attraverso la ricerca e la divulgazione su molteplici livelli, quasi uno strumento per definire le potenzialità più straordinarie di tutto il genere umano.
L’emozione del ritrovato ritratto di dama su pergamena non fa eccezione. Anzi, per la sua storia, la ricostruzione del suo accidentato cammino, la rocambolesca riapparizione ed il suo riconoscimento, tale opera regala, se possibile, un’emozione ulteriore; quella di essere protagonisti diretti, di aver seguito la sua storia in tempo reale, di essere stati presenti mentre i più grandi detectives/studiosi ci rivelavano nuove eccitanti scoperte in merito al dipinto del paradigmatico genio di Vinci. L’emozione del ritorno/rivelazione, a distanza di cinquecento anni, della Bella Principessa in Italia, ci permette quindi di stringerci nell’unico abbraccio capace di unire tutte le parti coinvolte in questa storia e in questa esposizione, quell’abbraccio che ci fa sentire tutti, insieme, fieri appartenenti al genere umano.


A cura di:
Vittorio Sgarbi, Luxury Art, Scripta Maneant
Esposizione Esclusiva a Lugano
Palazzo Civico
20 marzo - 19 aprile 2015