Cookie Consent by Free Privacy Policy website ASUS, un futuro sempre più eco: ventiquattresimo posto della classifica Clean200 e un importante riconoscimento dal CDP
aprile 02, 2024 - Asus

ASUS, un futuro sempre più eco: ventiquattresimo posto della classifica Clean200 e un importante riconoscimento dal CDP


I risultati raggiunti dimostrano la dedizione dell'azienda verso un tipo di innovazione sempre più eco-compatibile 

PUNTI CHIAVE

•ASUS si è classificata al 24° posto nella classifica Clean200 del 2024 ed è stata premiata per le soluzioni e pratiche eco-compatibili che hanno guidato la crescita dei ricavi del brand nell’ultimo anno. 
•L’azienda ha ricevuto un riconoscimento all’interno del report 2023 del CDP sul cambiamento climatico, dimostrando la propria leadership in trasparenza e responsabilità ambientale.
•ASUS è stato inoltre premiata dal Carbon Disclosure Project per il suo Supplier Engagement Rating, grazie ai suoi sforzi nella riduzione delle emissioni e nella gestione dei rischi climatici della supply chain.

ASUS si posiziona tra le prime 25 aziende nella classifica Clean200 2024. L'indice è stato pubblicato da Corporate Knights, un’importante società di ricerca canadese che lavora per creare un’economia sostenibile. ASUS è stata premiata per lo sviluppo di prodotti innovativi eco-compatibili, sottolineando l’impegno costante dell’azienda nel promuovere un’economia circolare.
La Leadership di ASUS è stata riconosciuta anche dal Carbon Disclosure Project (CDP), un’organizzazione no-profit globale che rappresenta lo standard di riferimento per la rendicontazione ambientale. 
Questi riconoscimenti confermano la posizione di ASUS come azienda trasparente in campo di divulgazione ambientale e ne sottolineano l'efficace impegno della supply chain in materia di cambiamenti climatici. 
Il Design Thinking guida la crescita dei ricavi 
Selezionato da un pool di oltre 6.700 aziende globali quotate in borsa, l'indice Clean200 2024 identifica le prime 200 aziende in base al loro fatturato derivante da prodotti e servizi ecosostenibili. Questo è il secondo anno consecutivo per ASUS all’interno della classifica Clean200, a testimonianza del continuo impegno dell’azienda per promuovere un’economia sostenibile. ASUS si è inoltre classificata al secondo posto fra le imprese Taiwanesi e al settimo tra le aziende IT globali.
L'impegno dell'azienda nello sviluppo di prodotti ecologici e nell'ottenimento di marchi internazionali di qualità ecologica ha infatti avuto un impatto vincente, con l'87,2% del fatturato 2022 proveniente da processi virtuosi. Con l'obiettivo di promuovere un'economia circolare, ASUS utilizza il Design Thinking e l’innovazione nel campo della sostenibilità per realizzare prodotti ecologici che riducano al minimo l'impatto sul pianeta.
Leadership, trasparenza e impegno dei fornitori sui cambiamenti climatici
L'impegno di ASUS nei confronti della responsabilità e della trasparenza aziendale emerge anche dal punteggio di "Leadership" ottenuto nel report 2023 del CDP sui cambiamenti climatici . Le prestazioni dell’azienda hanno superato di gran lunga il punteggio C, che rappresenta la media globale e del settore per le apparecchiature elettriche/elettroniche. 
Tra le 11 categorie di valutazione, ASUS ha ottenuto i punteggi più alti nella strategia aziendale, nella pianificazione finanziaria e nell'analisi dello scenario, nelle iniziative di riduzione delle emissioni di anidride carbonica - anche nella produzione e ciclo di vita dei prodotti -, nonché nelle emissioni Scope 1 e 2. Inoltre, le prestazioni di ASUS nelle categorie di divulgazione delle emissioni Scope 3 e di impegno dei fornitori le sono valse il riconoscimento di azienda leader nel Supplier Engagement Rating 2023 del CDP.
Guidare la sostenibilità attraverso un'azione coerente
Diversi risultati chiave hanno contribuito a far sì che ASUS ottenesse il rating "Leadership" stabilito da CDP. In primo luogo, i suoi obiettivi di riduzione delle emissioni a breve termine sono stati convalidati dall'iniziativa Science-Based Targets (SBTi), una formula che conferma la coerenza degli obiettivi di ASUS con la mission volta a limitare il cambiamento della temperatura globale a 1,5°C rispetto ai livelli preindustriali. 
Inoltre, ASUS gestisce attivamente la propria supply chain per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica. Ciò implica la categorizzazione dei fornitori in base alle loro capacità e all'intensità di gestione delle emissioni di anidride carbonica e la messa a disposizione di molteplici risorse, per promuovere la trasformazione a basse emissioni lungo l'intera catena di fornitura. 
ASUS rende inoltre noto in modo trasparente il proprio scenario finanziario e la sua strategia aziendale agli stakeholder nei rapporti indipendenti della Task Force on Climate-Related Financial Disclosure (TCFD). Infine, ASUS ha raggiunto l'obiettivo RE30 nei suoi centri operativi globali nel 2023, allineandosi ulteriormente al suo percorso net-zero di utilizzo del 100% di energia rinnovabile nelle operazioni mondiali entro il 2035.

Ti potrebbe interessare anche

gennaio 08, 2024
novembre 14, 2023
novembre 03, 2023

Il notebook Aspire 3D 15 SpatialLabs Edition offre contenuti 3D coinvolgenti per l'intrattenimento, mentre il monitor da gioco Pre...

Gli HDD di classe enterprise sono progettati per operare a una temperatura compresa tra 5°C e 60°C, ma è essenziale evitare di far...

Con l’acquisto di un computer Acer Chromebook in alcune delle principali insegne retail, i consumatori ottengono un abbonamento gr...