Cookie Consent by Free Privacy Policy website L’esposizione internazionale italiana dedicata alla Fiber Art torna con una grande mostra che intreccia nomi di artisti affermati e giovani talenti all’insegna della libertà e della mescolanza culturale
settembre 22, 2022 - Miniartextill Como

L’esposizione internazionale italiana dedicata alla Fiber Art torna con una grande mostra che intreccia nomi di artisti affermati e giovani talenti all’insegna della libertà e della mescolanza culturale

La 31° edizione di Miniartextil – manifestazione italiana dedicata alla Fiber Art internazionale - si svolgerà a Como dal 16 ottobre 2022 all’8 gennaio 2023.

 

La scelta del titolo Rosa Alchemico nasce dalla volontà di dare vita a nuove forme di positività ed energia: il colore rosa trasmette pacificamente un’idea di libertà che, unita al sempre attuale concetto di alchimia e di mescolanza, appare la combinazione perfetta per liberare nuove idee.

 

Ospitata quest’anno negli spazi della settecentesca Villa Olmo, la #mostra vede la partecipazione di nomi internazionali che per la prima volta espongono a Como: da Marinella Senatore, artista attiva in Italia e all’estero, reduce dal Festival Alliance des Corps che ha invaso pochi giorni fa l’intero Palais de Tokyo di Parigi, dopo una importante personale a Londra il cui opening è stato accompagnato da una grandiosa performance, e la cui pratica è caratterizzata da una forte partecipazione collettiva, a Jacopo Benassi, artista, fotografo, musicista, dalla onnisciente produzione d’arte, già presente, con i suoi lavori alla Tate di Londra, al Palais De Tokyo di Parigi, all’Istituto Italiano di cultura a Londra, al Centro Pecci di Prato e collaboratore di registi come Paolo Sorrentino, Daniele Ciprì, Asia Argento, Maurizio Maggiani che rivisiterà completamente il Teatrino di Villa Olmo. E ancora, Emma Talbot e Igshaan Adams, entrambi presenti a La Biennale di Venezia e che a Como presenteranno due opere che sono perfetta sintesi del loro lavoro, Teresa Antignani con il suo appassionato lavoro anche di denuncia per quanto accade nella Terra dei Fuochi, Ruben Montini che, come scrive Eugenio Viola nel suo saggio Ne uccide più la lingua che la spada “concentrandosi su tematiche scomode ma più che mai urgenti ed attuali, l'artista conduce un attacco frontale agli stereotipi eteronormativi legati al sesso, all'orientamento sessuale e alle cosiddette ‘identità di genere’".

E poi ancora Gabriella Benedini, prossimamente in #mostra alle Gallerie d'Italia, Raul Gabriel, Manuel Ameztoy, Jaime Poblete, Pae White con un'opera inedita realizzata appositamente per la #mostra di Villa Olmo in collaborazione con la Galleria Kaufmann-Repetto, Veronica Bisesti, Angela Ricci Lucchi e Luigi Ontani, nome che non necessita di presentazioni.

 

Tra i 234 progetti di minitessili giunti da tutto il mondo, la giuria composta da Mimmo Totaro, Vicepresidente dell’associazione ARTE&ARTE, dal critico, curatore e storico dell’arte Paolo Bolpagni e dal critico e curatore Sergio Gaddi ha scelto lo scorso mese di giugno le 54 opere che meglio hanno interpretato il tema.

A partire da questa edizione il premio per l’opera migliore – quest’anno assegnato a Danielle Pèan Le Roux per Black rose with gold pearl – viene intitolato alla memoria di Nazzarena Bortolaso, co-fondatrice insieme a Mimmo Totaro della manifestazione e scomparsa lo scorso 24 aprile; e, sempre a lei, verrà dedicato un omaggio speciale, nel corso di Miniartextil 2022. Menzione speciale a Vanessa Lobosco per l'opera De Flore Aureo.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa da scaricare

News correlate

aprile 01, 2022
marzo 22, 2022
maggio 06, 2021

Sergia Avveduti, Kengiro Azuma, Valentina D'Accardi, Flavio Favelli, Eva Fischer, Niccolò Morgan Gandolfi, Marina Gasparini, Ester...

Un #progetto per riattivare luoghi non utilizzati grazie all'arteBologna, 22 marzo 2022 – La Fondazione Rusconi presenta il #proge...

In un periodo così difficile per l’intero comparto turistico italiano, l’Albergo #pietrasanta riapre proponendo nuove esperienze l...