ottobre 14, 2021 - Museo Arte Moderna Sao Paulo

Though It's Dark, Still I Sing

La ricerca artistica di Daniel de Paula si fonda sull'idea di materia come elemento non neutrale. Di conseguenza, gli oggetti sono portatori di una stratificazione di significati politici e sociali che derivano dal contesto a cui appartengono, a testimonianza del potere e controllo che la materialità ha su di noi. Attraverso una pratica artistica che interseca concetti di architettura, geografia, geologia e astronomia, de Paula riflette sulla produzione dello spazio come riproduzione di dinamiche di potere e dominio, rivelando così le criticità delle strutture politiche, sociali, storiche ed economiche che governano i luoghi e le relazioni. Le sue opere disarticolano, ricostruiscono e risignificano sistemi rigidi e condizionati, attraverso la dislocazione di oggetti quotidiani e la negoziazione con gli elementi dello spazio espositivo o del paesaggio circostante.


In occasione della 34ª Biennale di São Paulo, Though It's Dark, Still I Sing, il cui titolo riflette sull'urgenza dei problemi del mondo attuale e la necessità dell'arte come campo di resistenza e trasformazione, l'artista ha presentato due lavori: deposition, circulação.

Nel 2018, Daniel de Paula, Marissa Lee Benedict e David Rueter hanno recuperato un "trading pit" del Chicago Board of Trade, che era stato utilizzato nel corso dei decenni per negoziare i cereali e che stava per essere scartato come parte di un passaggio definitivo alle transazioni digitali. L'opera risultante, deposition, presentata per la prima volta alla 34ª Biennale di São Paulo, è allo stesso tempo un anti-monumento e una piattaforma per incontri pubblici di diversa natura, concepita allo scopo di enfatizzare l'atmosfera di incontro e confronto suscitata dalla struttura stessa. Per il "pit", gli artisti pianificano una serie di apparizioni pubbliche in istituzioni culturali nei prossimi anni, con l'obiettivo di promuovere discussioni di attrito basate sulle diverse visioni politiche, sociali, artistiche e filosofiche che l'oggetto può simboleggiare.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa da scaricare