febbraio 23, 2021 - Cassina

Cassina | Il Ritorno di Ico Parisi

Uno dei protagonisti del #design italiano, Domenico (Ico) Parisi ritorna nel catalogo di #cassina con una collezione di arredi rieditati sia dall’archivio storico dell’azienda che da commissioni private di modelli mai realizzati in serie.

Grazie a un attento lavoro filologico di ricerca e sviluppo, svolto in collaborazione con l’Archivio del #design di Ico Parisi, #cassina ha studiato documenti originali, prototipi e modelli esistenti per mettere in produzione questi mobili con una lavorazione tradizionale di falegnameria coniugata alle tecnologie più avanzate, sempre nel pieno rispetto del progetto originale.

Come segno di autenticità, tutta la collezione riporta il logo e la firma di Ico Parisi oltre alla numerazione progressiva che corrisponde alla carta d’identità che accompagna ogni pezzo.

L'elegante poltrona 875, originariamente disegnata da Ico Parisi nel 1960 per #cassina, è caratterizzata da inusuali sostegni ad arco e una seduta comoda ed ampia, soprattutto per l’epoca.

Eclettica, innovativa e adattabile a qualsiasi contesto, questa poltrona funzionale è perfetta per tutti gli ambienti della casa, dall’area living al dining, ed è particolarmente indicata per creare un piccolo #salotto accogliente.

Il tavolo da pranzo Olimpino fu originariamente progettato per una villa nei dintorni di Como nel 1955. Il Centro Ricerca e Sviluppo di #cassina ha condotto un accurato studio del modello originale per portare questo progetto per la prima volta alla produzione industriale.

L'esile struttura del tavolo in tubolare di metallo sostiene una lastra rettangolare di vetro monolitico che permette di ammirare l’articolata forma sottostante. La sua unicità è ulteriormente definita dagli eleganti piedini a freccia in legno massello che si contrappongono al metallo delle gambe e della traversa.

Sapientemente progettato, Olimpino è audace nelle forme che lo rendono fortemente riconoscibile.

La consolle in legno massello PA' 1947 è stata disegnata nel 1947 e fu utilizzata in numerosi progetti tra cui quello della stessa casa di Ico Parisi.

Le parti si uniscono e dialogano in modo fluido e continuo per creare una raffinata ed equilibrata consolle, particolarmente caratterizzata dalle gambe divergenti a forma di Y, realizzate in legno massello, che sottolineano il know-how di #cassina nella lavorazione del legno.

Il nome della consolle è un omaggio al soprannome con cui era chiamato Parisi, PA’, l’inizio del suo cognome con l’accento, quasi in riconoscimento del suo essere un padre del moderno comasco.