gennaio 14, 2021 - Cristallo Resort & SPA

Cristallo, a Luxury Collection Resort & Spa, Cortina d’Ampezzo è pronto a riaccogliere i propri ospiti per celebrare insieme i 120 anni di storia dell’hotel

Cortina d’Ampezzo, Gennaio 2021 - Cristallo, a Luxury Collection #resort & Spa, Cortina d’Ampezzo, che grazie alla sua storia è entrato a far parte dell’immaginario collettivo come l’eccellenza dell’ospitalità montana in Italia, a partire da venerdì 15 gennaio è pronto a riaccogliere i propri ospiti per la stagione invernale e a festeggiare nel corso dell’intero 2021 l’importante traguardo dei propri 120 anni di storia.

L’albergo, inaugurato come Palace #hotel Cristallo nel 1901 da Emilia e Giuseppe Menardi, appartenente a una delle più antiche famiglie ampezzane, venne progettato dal maestro Gustavo Ghiretti, ispirato all’art nouveau in onore delle nobili tradizioni viennesi. L’eleganza dell’edificio, la posizione privilegiata ai margini del bosco, la vista mozzafiato sulle Tofane, insieme alla grande dedizione dei coniugi Menardi, lo resero in breve una delle mete internazionali più ambite e contribuì in maniera importante allo sviluppo turistico di Cortina d’Ampezzo.

Durante la Grande Guerra si trasformò, come molti altri alberghi, in ospedale militare, segnando una drammatica battuta d’arresto nella vita dorata dell’epoca. Negli anni Venti il turismo aumentò, grazie alla passione per gli sport invernali come lo sci, le ciaspe e l’hockey, e nel giro di pochi anni il Cristallo venne dotato di riscaldamento e di una pista da sci privata, mentre per l’estate vennero costruiti campi da tennis, che in inverno si trasformavano in piste di pattinaggio, e di una piscina scoperta. L’hotel divenne in breve punto di riferimento del jet-set internazionale; negli anni “ruggenti” infatti erano soliti soggiornarvi personaggi come il duca Amedeo d’Aosta, Mafalda d’Assia, Gabriele d’Annunzio e, tra la clientela internazionale, re Alberto del Belgio, sua figlia Maria Josè di Savoia, re Milan di Serbia e re Faud d’Egitto.

L’assegnazione a Cortina delle Olimpiadi Invernali nel 1956 la incorona definitivamente capitale del turismo bianco ed è anche un’occasione di grande visibilità per l’hotel. Rinaldo Menardi, allora titolare, è pronto a cogliere e interpretare le ultime tendenze del mondo giovanile: indimenticabili gli anni della Dolce Vita al Monkey, il locale da ballo del Palace #hotel, prediletto dall’alta borghesia e dall’aristocrazia del tempo, dai Marzotto ai Furstenberg, ai Principi del Liechtenstein a Brigitte Bardot. Costruito interamente con il legname proveniente da una vecchia segheria in disuso, diventa ben presto uno dei dancing più frequentati, culla di grandi amori e tante passioni della jeunesse dorèe di quegli anni.

Rinaldo Menardi nel 1978 cedette la proprietà del Palace #hotel Cristallo alla Compagnia Italiana Grandi Alberghi (CIGA), di proprietà di Karim Aga Khan che la gestì per 10 anni. Nel 1995 l’hotel viene acquistato dall’imprenditore bolognese Paolo Gualandi che tra il 1998 e il 2001 commissionò e seguì i lavori di ampliamento e ricostruzione dell’antico edificio. Il progetto di ristrutturazione in stile “gustaviano”, chiamato così in memoria del Re Gustavo III di Svezia ed ispirato alle case patrizie veneziane, ha ridato vita alle 74 camere dell’albergo, incluse 20 suite e 2 Presidential, tutte restaurate rispettando il carattere tradizionale degli arredi.

Nel luglio 2001 la famiglia Gualandi inaugura il Cristallo, #resort & Spa, che a partire dal giugno 2017 entra a far parte del brand di Marriott International Luxury Collection, che raccoglie i migliori #hotel di #lusso nel mondo. Come nuovo affiliato e come primo mountain #resort del marchio al mondo, Cristallo continua a offrire ai propri ospiti un’atmosfera elegante dal gusto classico, combinandola a dotazioni tecnologiche all’avanguardia, per un soggiorno improntato al #lusso contemporaneo.

Per il 2021 Cortina e l’hotel Cristallo si preparano ad accogliere i Mondiali di Sci Alpino e guardano al 2026, quando Cortina, insieme a Milano, sarà la sede dei XXV Giochi Olimpici Invernali. L’albergo, con doppia stagionalità, si trova in una delle destinazioni turistiche più ricercate in Italia, per gli impianti sciistici d’inverno, per le escursioni all’aria aperta in estate e per le esperienze gastronomiche di alto livello.

L’Executive Chef Marco Pinelli, al timone dei tre ristoranti dell’albergo, propone un percorso gastronomico alla scoperta dei prodotti locali e della tradizione ampezzana. Per la stagione invernale, lo Chef ha pensato ad un menù di piatti sfiziosi per colazioni e pranzi al ristorante La Veranda con una vista mozzafiato sulle Dolomiti e alternative più leggere al Lounge Bar. Al ristorante Il Gazebo, con vista a 360 gradi sulla vallata innevata, gli ospiti possono vivere un’esperienza di fine dining. Con il ritorno dell’inverno riapre anche l’intima location de La Stube 1872 con la sua atmosfera unica e un menù ricco di classici della tradizione ampezzana come il Carpaccio di cervo preparato dallo chef dopo una marinatura al ginepro e servito con gel di lamponi e spuma di formaggio di capra. La cucina di Marco Pinelli si fonda sulla ricerca delle materie prime d’eccellenza, lo chef è in costante contatto con i produttori del territorio ampezzano per cogliere il meglio e trasformarlo in proposte uniche per gli ospiti. Grande è l’attenzione verso la stagionalità e la biodiversità così come fondamentale è il processo di trasformazione dei prodotti nel pieno rispetto della materia prima e con l’intento di esaltarne le qualità.

La rinnovata area relax e la nuova wet area con sauna, bagno turco e docce emozionali e vasca idromassaggio della Cristallo Ultimate Spa accolgono gli ospiti per momenti di relax e aprés-ski con vista sulle montagne. La suggestiva sauna finlandese in cedro rosso è illuminata

dalla luce naturale che entra dall’ampia vetrata affacciata su un delizioso giardino interno. Anche il bagno di vapore è stato valorizzato attraverso un mix intrigante di forme geometriche, dove l'accurata scelta di materiali pregiati per i rivestimenti, uniti alle più moderne tecnologie, accordano un livello d'eccellenza a questo ambiente deputato al benessere della persona. La famosa piscina interna è arricchita da una nuova vitality pool, una vasca idromassaggio di ultima generazione. L’esperienza di benessere della Cristallo Ultimate Spa si completa con il percorso Kneipp, dove un’alternanza di acqua calda e fredda rigenera tutto il corpo dopo una giornata di sport invernali.

Presso la Cristallo Ultimate Spa si trova anche il Transvital Swiss Beauty Center che offre rituali detox, anti-age e rilassanti nonché l’innovativo sistema di galleggiamento a secco Nuvola dove l’ospite è immerso in 400 litri di acqua calda per un’esperienza di relax unica. A completare l’offerta troviamo il FitWell Club, spazioso e panoramico, dove gli ospiti hanno a loro disposizione macchinari fitness di ultima generazione ed un virtual personal trainer.

Per le famiglie il team concierge dell’hotel organizza escursioni e attività in montagna e un collegamento diretto con le piste da sci. La tariffa per camera al Cristallo, a Luxury Collection #resort & Spa, Cortina d’Ampezzo, parte da €460 e per l’intero 2021 l’albergo offre il pacchetto Cristallo, 120 anni insieme con un soggiorno minimo di 5 notti in una Panoramic Junior Suite, Suite o Panoramic Suite a partire da 969€ a notte con un’offerta ricca tra cui un’escursione esterna, una cena a sei portate per due persone, 120 minuti di Spa Experince per due e molto altro ancora. Per ulteriori informazioni e prenotazioni sul pacchetto 120 anni e altre numerose offerte visitare la pagina offerte del sito: www.cristallo.it.