ottobre 18, 2020 - Pirelli

Il Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike 2020 si chiude anche per Pirelli con grande soddisfazione per la performance dei propri pneumatici DIABLOTM SUPERBIKE di gamma

Estoril (Portogallo), 18 ottobre 2020 – L’ultima giornata di gare del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike si conclude in modo spettacolare al Circuito Estoril in Portogallo. Ducati è protagonista di una doppietta al termine di una gara che conclude un weekend pieno di colpi di scena.

 

Sul gradino alto del podio di Gara 2 del WorldSBK sale Chaz Davies (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R), seguito dal compagno di squadra Scott Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R) e dal pilota turco e vincitore della Tissot Superpole Race Toprak Ragzatlioglu (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1).

 

In WorldSSP, Lucas Mahias (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-6R) trionfa nella sua ultima gara con il team nella classe Supersport regalandoci un’emozionante vittoria, seguito dal Campione del Mondo in carica Andrea Locatelli (BARDAHL Evan Bros. WorldSSP Team / Yamaha YZF R6) e da Raffaele de Rosa (MV Agusta Reparto Corse / MV Agusta F3 675).

 

Infine in WorldSSP300, Koen Meuffels (MTM Kawasaki MOTOPORT / Kawasaki Ninja 400) vince la gara seguito da Samuel Di Sora (Leader Team Flembbo / Kawasaki Ninja 400) e Mika Perez (Prodina Ircos Team WorldSSP300 / Kawasaki Ninja 400),

 

Pirelli termina la sua diciassettesima stagione in qualità di Fornitore Unico di Pneumatici per tutte le classi del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike con grande soddisfazione per il lavoro svolto durante un anno particolarmente inconsueto. Il costruttore di pneumatici italiano ha lavorato come ogni anno per migliorare i propri prodotti sia a vantaggio dei piloti che corrono nel Campionato per derivate dalla serie sia a favore di tutti i motociclisti che questi prodotti possono comprarli regolarmente sul mercato dal momento che i pneumatici utilizzati non sono prototipi ma soluzioni di gamma.

 

Le soluzioni della gamma 2020 DIABLOTM SUPERBIKE, al loro anno di esordio nelle categorie Supersport e Supersport 300, hanno dimostrato ottime prestazioni in tutte tre le classi e sono state spesso, anche in situazioni difficili ed in circuiti inediti al campionato, la scelta preferita dei piloti rispetto alle soluzioni di sviluppo, a dimostrazione della loro versatilità ed adattabilità alle caratteristiche dei diversi tracciati e alle condizioni climatiche riscontrate nei weekend di gara.

 

Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR), Andrea Locatelli (BARDAHL Evan Bros. WorldSSP Team / Yamaha YZF R6) e Jeffrey Buis (MTM Kawasaki MOTOPORT / Kawasaki Ninja 400) sono i Campioni del Mondo 2020 rispettivamente nelle classi WorldSBK, WorldSSP e WorldSSP300.

 

Vincono il Mondiale Costruttori 2020 Kawasaki nella classe Superbike, ad un solo punto di distanza da Ducati, e nella classe Supersport 300 mentre Yamaha ottiene il titolo nella classe World Supersport. 

 

Tissot Superpole Race:

 

Il poleman turco Toprak Ragzatlioglu (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1) prende anche oggi il comando di gara e si lancia in una gara in solitaria seguito da Garrett Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Junior Team / Yamaha YZF R1) che guadagna una posizione, Leon Haslam (Team HRC / Honda CBR1000RR) e Chaz Davies (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R). Ottime le rimonte durante la prima metà di gara del neo Campione del Mondo 2020 Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR), che guadagna ben dieci posizioni e si posiziona dietro a Michael van der Mark (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1), e del rookie Scott Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R), da ultimo in griglia all’ottavo posto. Gli ultimi giri ci regalano un’intensa battaglia tra Davies e van der Mark per l’accesso al podio, ma è l’olandese ad avere la meglio sul Ducatista e a tagliare il traguardo in terza posizione, preceduto da Gerloff e da Razgatlioglu, che vince la sua seconda gara consecutiva nella classe WorldSBK.

 

Classifica Tissot Superpole Race:

 

  1. T. Razgatlioglu (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1)
  2. G. Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Junior Team / Yamaha YZF R1)
  3. M. van der Mark (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1)
  4. C. Davies (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
  5. J. Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR)
  6. S. Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
  7. Á. Bautista (Team HRC / Honda CBR1000RR)
  8. L. Haslam (Team HRC / Honda CBR1000RR)
  9. M. R. Rinaldi (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R)
  10. X. Fores (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-10RR)
  11. T. Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMWS1000 RR)
  12. F. Caricasulo (GRT Yamaha WorldSBK Junior Team / Yamaha YZF R1)
  13. J. Folger (Bonovo Action by MGM Racing / Yamaha YZF R1)
  14. L. Mercado (Motocorsa Racing / Ducati Panigale V4 R)
  15. M. Ferrari (Barni Racing Team / Ducati Panigale V4 R)
  16. E. Laverty (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW S1000 RR)
  17. T. Takahashi (MIE Racing Althea HONDA Team / Honda CBR1000RR)
  18. E. Granado (MIE Racing Althea HONDA Team / Honda CBR1000RR-R)
  19. S. Morais (ORELAC Racing VERDNATURA / Kawasaki ZX-10RR)
  20. L. Cresson (OUTDO Kawasaki TPR / Kawasaki ZX-10RR)
  • RT. A. Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR)
  • RT. L. Baz (Ten Kate Racing Yamaha / Yamaha YZF R1)

 

WorldSBK Gara 2:

 

Gara 2 prende il via subito dopo un tributo speciale da parte di Yamaha a Fabrizio Pirovano, che proprio qui ventisette anni fa ottenne la sua decima e ultima vittoria nel Mondiale Superbike. Il ‘parade lap’ è stato eseguito da Alex Gramigni in sella ad una Yamaha R1 “Piro Replica” che verrà in seguito messa all’asta online e per devolvere il ricavato alla Fondazione Oncologia Niguarda Onlus. 

 

Al via di gara, Toprak Razgatlioglu (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1) parte molto bene e si posiziona in testa al gruppo cercando fin da subito il distacco, che viene però interrotto da Chaz Davies (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R), partito dalla quarta casella in griglia, che compie il sorpasso al terzo giro di gara. In terza posizione Garrett Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Junior Team / Yamaha YZF R1) che però al settimo giro a causa di una scivolata è costretto ad abbandonare la gara. Nel frattempo sia Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR) che Scott Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R) guadagnano due posizioni ciascuno posizionandosi rispettivamente in terza e quarta posizione, fino a quando al nono giro il Campione del Mondo in carica cerca il sorpasso su Toprak Ragzatlioglu ma entra in contatto con il suo pneumatico posteriore e cade dalla moto riprendendo poi la gara in sedicesima posizione. Chaz Davies intanto continua la leadership di gara aumentando sempre di più il suo vantaggio dal pilota turco su Yamaha e dal rookie Scott Redding ora in terza posizione. Negli ultimi giri, decisivi per l’assegnazione del premio costruttori, Redding porta a casa il sorpasso su Toprak e la gara termina così con una doppietta Ducati: primo Chaz Davies che conclude in modo brillante la sua ultima stagione nel team ufficiale ARUBA.IT Racing – Ducati.

 

Classifica WorldSBK Gara 2:

 

  1. C. Davies (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
  2. S. Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
  3. T. Razgatlioglu (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1)
  4. M. van der Mark (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1)
  5. Á. Bautista (Team HRC / Honda CBR1000RR)
  6. M. R. Rinaldi (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R)
  7. L. Haslam (Team HRC / Honda CBR1000RR)
  8. X. Fores (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-10RR)
  9. F. Caricasulo (GRT Yamaha WorldSBK Junior Team / Yamaha YZF R1)
  10. T. Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMWS1000 RR)
  11. J. Folger (Bonovo Action by MGM Racing / Yamaha YZF R1)
  12. E. Laverty (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW S1000 RR)
  13. L. Mercado (Motocorsa Racing / Ducati Panigale V4 R)
  14. J. Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR)
  15. M. Ferrari (Barni Racing Team / Ducati Panigale V4 R)
  16. E. Granado (MIE Racing Althea HONDA Team / Honda CBR1000RR-R)
  17. T. Takahashi (MIE Racing Althea HONDA Team / Honda CBR1000RR)
  18. S. Morais (ORELAC Racing VERDNATURA / Kawasaki ZX-10RR)
  19. L. Cresson (OUTDO Kawasaki TPR / Kawasaki ZX-10RR)
  • RT. G. Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Junior Team / Yamaha YZF R1)
  • RT. A. Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR)
  • RT. L. Baz (Ten Kate Racing Yamaha / Yamaha YZF R1)

 

WorldSSP Gara 2:

 

Lucas Mahias (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-6R) parte benissimo ed ottiene il comando di gara seguito da Philipp Oettl (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-6R), Raffaele de Rosa (MV Agusta Reparto Corse / MV Agusta F3 675) ed il Campione del Mondo in carica Andrea Locatelli (BARDAHL Evan Bros. WorldSSP Team / Yamaha YZF R6) distanziati tra di loro da meno di un secondo. È però Isaac Viñales (Kallio Racing / Yamaha YZF R6) che al quarto giro segna il tempo più veloce di gara e raggiunge il gruppo di testa, che ci regala un emozionante battaglia per il primo posto tra le due Kawasaki e la MV Agusta di de Rosa con continui sorpassi e contatti tra i tre piloti. Nella seconda metà di gara Steven Odendaal (EAB Ten Kate Racing / Yamaha YZF R6) partito dalla nona casella in griglia, grazie ad un ottimo passo guadagna diverse posizioni e si porta alle spalle del terzetto di testa, a quattro giri dalla fine ancora capitanato da Raffaele de Rosa. Ma gli ultimi giri continuano a regalarci sorprese: al penultimo giro Mahias ha la meglio sul gruppo e prende la leadership di gara tagliando il traguardo per primo, l’italiano su MV Agusta terzo, minacciato più volte dal connazionale e Campione in carica Locatelli che compie il sorpasso in scia sul rettilineo finale per ottenere la seconda posizione.

 

Classifica WorldSSP Gara 2:

 

  1. L. Mahias (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-6R)
  2. A. Locatelli (BARDAHL Evan Bros. WorldSSP Team / Yamaha YZF R6)
  3. R. De Rosa (MV Agusta Reparto Corse / MV Agusta F3 675)
  4. S. Odendaal (EAB Ten Kate Racing / Yamaha YZF R6)
  5. P. Oettl (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-6R)
  6. I. Viñales (Kallio Racing / Yamaha YZF R6)
  7. M. Gonzalez (Kawasaki ParkinGO Team / Kawasaki ZX-6R)
  8. H. Soomer (Kallio Racing / Yamaha YZF R6)
  9. J. Cluzel (GMT94 Yamaha / Yamaha YZF R6)
  10. D. Webb (WRP Wepol Racing / Yamaha YZF R6)
  11. K. Hanika (WRP Wepol Racing / Yamaha YZF R6)
  12. A. Bassani (Soradis Yamaha Motoxracing / Yamaha YZF R6)
  13. C. Perolari (GMT94 Yamaha / Yamaha YZF R6)
  14. C. Öncü (Turkish Racing Team / Kawasaki ZX-6R)
  15. A. Verdoïa (bLU cRU WorldSSP by MS Racing / Yamaha YZF R6)
  16. A. Carranza (EMPERADOR Racing Team / Yamaha YZF R6)
  17. F. Fuligni (MV Agusta Reparto Corse / MV Agusta F3 675)
  18. K. Manfredi (Altogoo Racing Team / Yamaha YZF R6)
  19. G. Van Straalen (MPM Routz Racing Team / Yamaha YZF R6)
  20. P. Hobelsberger (Dynavolt Honda / Honda CBR600RR)
  21. V. Falcone (OXXO Yamaha Team Toth / Yamaha YZF R6)
  22. A. Barros (Palkalgar Yamaha - Evan Bros / Yamaha YZF R6)
  • RT. G. Hendra Pratama (bLU cRU WorldSSP by MS Racing / Yamaha YZF R6)
  • RT. P. Sebestyen (OXXO Yamaha Team Toth / Yamaha YZF R6)
  • RT. H. Okubo (Dynavolt Honda / Honda CBR600RR)

 

WorldSSP300 Gara 2:

 

L’ultima gara dell’anno del Campionato Mondiale FIM Supersport 300 è stata vinta dal pilota olandese Koen Meuffels (MTM Kawasaki MOTOPORT / Kawasaki Ninja 400) che ha preceduto sul traguardo il pilota francese Samuel Di Sora (Leader Team Flembbo / Kawasaki Ninja 400), secondo, e lo spagnolo Mika Perez (Prodina Ircos Team WorldSSP300 / Kawasaki Ninja 400), terzo.

 

Le soluzioni Pirelli scelte dai piloti per Tissot Superpole Race, WorldSBK Gara 2 e WorldSSP Gara 2:

 

Nella Tissot Superpole Race la maggior parte della griglia ha utilizzato all’anteriore la soluzione morbida SC1 di gamma (opzione B), mentre ben sette piloti hanno preferito gareggiare sulla soluzione di sviluppo Y1231 (opzione A): Toprak Razgatlioglu, Chaz Davies, Michael van der Mark, Alex Lowes, Tom Sykes, Federico Caricasulo, ed Eugene Laverty. Al posteriore invece la scelta è stata unanime per la soluzione morbida di gamma SC0 (opzione B).


Nella gara 2 del WorldSSP la scelta dei piloti è stata pressoché unanime. Al posteriore quasi tutti hanno optato per la SC0 di gamma (opzione A), tranne Alejandro Ruiz Carranza, Andy Verdoïa e Galang Hendra Pratama, mentre all’anteriore ben ventitré su venticinque piloti hanno gareggiato sulla SC1 di gamma (opzione A), fatta eccezione di Steven Odendaal e Hikari Okubo.


In WorldSBK Gara 2 per quanto riguarda il pneumatico posteriore tutti i piloti confermano le scelte fatte in gara 1: la SC0 morbida di gamma (opzione B) è la scelta dell’intera griglia fatta eccezione per Loris Baz. All’anteriore invece sedici piloti hanno utilizzato la morbida di gamma SC1 (opzione A) mentre ben sei piloti hanno prediletto la soluzione di sviluppo SC1 Y1231 (opzione A): Toprak Razgatlioglu, Michael van der Mark, Chaz Davies, Jonathan Rea, Alex Lowes e Tom Sykes.


Le statistiche Pirelli per Tissot Superpole Race:

 

  • Best Lap realizzato da: Toprak Ragzatlioglu (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1) in 1’36.594 al 5° giro

 

  • Soluzione anteriore più utilizzata: SC1 di gamma (15 su 22 piloti)

 

  • Soluzione posteriore più utilizzata: SC0 di gamma (22 su 22 piloti)

 

  • Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe Superbike: 5 anteriori e 7 posteriori

 

  • Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota Superbike: 68, 32 anteriori e 36 posteriori

 

  • Temperatura aria: 19° C

 

  • Temperatura asfalto: 23° C

 

 

Le statistiche Pirelli per WorldSBK Gara 2:

 

  • Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Chaz Davies (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R) in 1’36.806 al 11° giro

 

  • Soluzione anteriore più utilizzata: SC1 di gamma (16 su 22 piloti)

 

  • Soluzione posteriore più utilizzata: SC0 di gamma (21 su 22 piloti)

 

  • Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe Superbike: 5 anteriori e 7 posteriori

 

  • Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota Superbike: 68, 32 anteriori e 36 posteriori

 

  • Temperatura aria: 22° C

 

  • Temperatura asfalto: 35° C

 

 

Le statistiche Pirelli per WorldSSP Gara 2:


  • Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Isaac Viñales (Kallio Racing / Yamaha YZF R6) in 1’40.171 al 4° giro

 

  • Soluzione anteriore più utilizzata: SC1 di gamma (23 su 25 piloti)

 

  • Soluzione posteriore più utilizzata: SC0 di gamma (22 su 25 piloti)

 

  • Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe Supersport: 4 anteriori e 5 posteriori

 

  • Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota Supersport: 50, 26 anteriori e 24 posteriori

 

  • Temperatura aria: 21° C

 

  • Temperatura asfalto: 30° C