giugno 08, 2020 - Nissan

Nissan e.dams vince la gara finale del ABB Formula E Race at Home Challenge

La vittoria di Rowland porta il team al secondo posto nel campionato e-sport

Yokohama, Giappone (8 giugno 2020) – Il pilota di Nissan e.dams, Oliver Rowland, ha vinto la sua seconda gara nella fase finale del ABB Formula E Race at Home Challange, assicurandosi il terzo posto nella classifica piloti e contribuendo a portare Nissan e.dams al secondo posto nella classifica a squadre.

Rowland, partito in pole position, ha dominato la gara dall’inizio alla fine chiudendo con stile questa competizione basata su otto gare. Il suo compagno di squadra Sebastien Buemi, sesto sulla griglia di partenza, ha concluso la gara in quinta posizione. Questo successo è la conferma di come nella seconda metà del campionato il team Nissan e.dams sia divenuto più forte e sicuro di se.

Rowland e Buemi, entrambi alla loro prima esperienza di competizione online, hanno sfruttato i primi turni per ottimizzare i propri assetti da gara a casa. Con l’avanzare della stagione la loro esperienza e il loro ritmo sono cresciuti, fino a portare Rowland alla vittoria in gara cinque a Berlino.

Rowland ha poi conquistato un podio in gara sei a New York e una quarta posizione in gara sette, sempre a New York. Queste prestazioni di fine stagione ottenute da Rowland, insieme a due piazzamenti fra i primi dieci di Buemi, ha portato Rowland al terzo posto nel campionato piloti e il team al secondo posto in classifica. Ottimi risultati in quella che è stata una serie di corse virtuali estremamente competitiva e piena di azione.

Con il campionato ABB Formula E attualmente in pausa a causa della pandemia da Covid-19, la Race at Home Challenge è stata concepita per far divertire i fan e ha visto tutti i 24 piloti e le 12 squadre competere su piste virtuali di Formula E. Si è corso per una buona causa, raccogliere fondi in risposta all’appello globale dell’UNICEF contro il coronavirus, aiutando a proteggere la salute e la sicurezza dei bambini di tutto il mondo e garantire loro l’accesso all’istruzione durante la pandemia.

L’ABB Formula E Race at Home Challenge si è articolata in due griglie e due gare separate: la Driver Grid, composta dai piloti di Formula E, e la Challenge Grid, formata dai sim-racer.

Nissan e.dams ha messo in campo un gruppo di sim-racers selezionati durante le gare della Challenge Grid, con sim-racers professionisti a disposizione per allenare i piloti del team sulle complessità delle corse sim online.

La competizione online si ispira alla Formula E come massima espressione delle gare a zero emissioni nel mondo reale, riportandone il messaggio nei circuiti virtuali. L’iniziativa è in linea con l’obiettivo di “zero emissioni e zero incidenti mortali su strada”, uno dei pilastri della Nissan Intelligent Mobility, la visione del brand che si propone di ridefinire il modo in cui i veicoli sono guidati, alimentati e integrati nella società.

L'ABB Formula E Championship spera di riprendere a correre nei prossimi mesi, non appena sarà possibile farlo nella massima sicurezza.

DICHIARAZIONI DEI PILOTI

OLIVER ROWLAND
“Un'altra ottima gara oggi. Sono stato fortunato all'inizio, quando sono stato in grado di lasciare un vuoto rispetto alle vetture che seguivano, e poi ho dovuto solamente mantenere i miei tempi sul giro. Un grande giorno, ma sono un po’ dispiaciuto per il fatto che sia tutto finito, in quanto è stato divertente ed è stato importante supportare la campagna UNICEF Covid-19. Spero che presto potremo tornare in pista davvero e non vedo l'ora. Sarebbe bello portare avanti questo format. Grazie a tutti per il supporto e spero di vedervi presto. "

SEBASTIEN BUEMI
“Oggi ho terminato in quinta posizione, il mio miglior risultato ottenuto proprio nell'ultima gara. Ne sono abbastanza soddisfatto. Buon risultato per Oli che ha vinto ancora e un buon lavoro di squadra in generale. È stato difficile, ho dovuto ricominciare da capo nelle sim racing e imparare molto. Nel tempo le mie prestazioni sono migliorate e nelle ultime due gare mi sono qualificato molto meglio che in passato. Nel complesso, sono davvero contento dell'esperienza e ora non vedo l'ora di tornare alle corse reali, speriamo presto. Spero che le sim racing siano piaciute a tutti.”