maggio 07, 2020 - Fabita S.r.l.

Cottura a induzione nomade e salvaspazio con ordine di Fabita

Gli spazi sono sempre più piccoli, i comportamenti sociali nomadi, gli ambienti di vita ibridi.
Se cucinare rimane una funzione fondamentale in casa, presente ormai anche nei moderni luoghi work metropolitani o nelle situazioni di vacanza, con Fabita la #cucina si destruttura ed evolve i tradizionali arredi per trasformarli in una serie di elementi liberi, leggeri, flessibili.
Il nuovo brand si inserisce nella contemporaneità cogliendo le grandi trasformazioni a cui stiamo assistendo: i fenomeni di urbanizzazione, le riorganizzazioni che nascono da veloci cambiamenti professionali e personali, i movimenti globali, la diffusione di modelli di co-abitazione e co-lavoro tracciano i contesti attuali e futuri con i quali confrontarsi.
I piani cottura e le cappe aspiranti disegnati da Adriano Design sono innovativi perché segnano un cambio di approccio rispetto al design delle attrezzature per cucinare, immaginando destinazioni d’uso non solo private ma anche collettive: i prodotti accolgono più funzionalità contemporaneamente, propongono soluzioni tecnologiche intelligenti, riducono ingombri, spessori, peso per essere salvaspazio, migrano tra gli ambienti grazie alla loro connotazione freestanding.
E poi sono belli per le scelte accurate di design e materiali, sorprendenti per gli inediti linguaggi che adottano, immediati nella modalità d’uso, fanno sorridere e diventano compagni della quotidianità nei suoi diversi momenti.

Fabita è l’evoluzione di una realtà industriale con più di dieci anni di esperienza nel settore dell’induzione vetroceramica e delle cappe aspiranti.
Grazie a un know-how che trae origine dalla specializzazione del distretto marchigiano in cui è collocata, tradizionalmente riconosciuto per la produzione di cucine ed elettrodomestici, Fabita rinnova radicalmente la sua proposta aziendale attraverso la collaborazione con Adriano Design e comunica questo percorso con un’immagine completamente aggiornata.
Lo studio torinese, che ha fatto della ricerca tecnologica e della sperimentazione multidisciplinare i driver del proprio linguaggio progettuale, ha introdotto prodotti altamente innovativi per funzionalità, design e destinazioni di uso – non solo residenziali e private ma anche collettive.
Cucinare rimane una funzione fondamentale in casa, presente ormai anche nei moderni luoghi work metropolitani o nelle situazioni di vacanza, e allo stesso tempo gli spazi diventano sempre più piccoli, i comportamenti sociali nomadi, gli ambienti di vita ibridi: con la nuova gamma prodotto di Fabita la #cucina si destruttura e i tradizionali arredi si evolvono in una serie di elementi liberi, leggeri, flessibili.
L’azienda si inserisce così nella contemporaneità con l’obiettivo di rivoluzionare il concetto di elettrodomestico e renderlo accessibile a tutti, cogliendo le grandi trasformazioni in atto: i fenomeni di urbanizzazione, le riorganizzazioni che nascono dai veloci cambiamenti professionali e personali, i movimenti globali, la diffusione di modelli di co-abitazione e co-lavoro.
La flessibilità produttiva di Fabita offre ai partner la possibilità di personalizzare i prodotti e renderli esclusivi: questo ha permesso all’azienda di rafforzare il canale di riferimento composto principalmente da aziende del comparto arredo, architetti e interior designer.
Con un fatturato sempre in crescita e un export che supera il 90%, Fabita sta fortemente implementando la rete di distributori italiana attraverso un’organizzazione commerciale capillare su tutto il territorio nazionale e sviluppando l’apertura di nuovi dealers in Europa, Asia e Stati Uniti.