luglio 08, 2019 - Husqvarna

MXGP: Ottimi risultati di Thomas Kjer Olsen e Jed Beaton in Indonesia

Riuscendo a gestire bene il caldo umido indonesiano, Thomas Kjer Olsen e Jed Beaton sono riusciti a concludere al terzo e quinto posto rispettivamente il round 11 del Campionato del mondo di #motocross FIM 2019. Per la coppia di piloti #rockstarenergyhusqvarnafactoryracing in MX2 è il miglior risultato complessivo in questa stagione. Purtroppo i loro compagni della #mxgp non sono riusciti a fare altrettanto bene: al termine di un GP sofferto, Pauls Jonass e Arminas Jasikonis hanno concluso settimo e nono di giornata. 

Sempre più vicino allo stato di forma ideale, Jed Beaton ha conquistato il miglior piazzamento Rockstar Energy Husqvarna nella prima manche MX2, conquistando un ottimo quinto posto giusto davanti al compagno di squadra Thomas Kjer Olsen. Gara2 ha visto di nuovo Beaton piazzarsi quinto dopo aver occupato la quarta piazza per alcuni giri. Il suo 5-5 consente all’australiano di chiudere al quinto posto di giornata, il suo miglior risultato stagionale e a soli due punti dalla quarta posizione. 

Ma in Gara2 è toccato a Thomas Kjer Olsen dare il meglio di sé, senza mezzi termini. Dopo non essere riuscito a trovare il ritmo nella prima manche, TKO ha dato il massimo per concludere degnamente la giornata. Quarto alla fine del primo giro, il danese si è rapidamente portato in seconda piazza, e trovato il suo ritmo ha continuato ad attaccare. Superato Jago Geerts e portatosi in testa, Thomas ha preso il largo conquistando una meritata vittoria di manche, la prima per lui dalla doppietta al GP di Gran Bretagna. 

Il #mxgp of Indonesia si è dimostrato una gara difficile per Pauls Jonass e Arminas Jasikonis. I due piloti #rockstarenergyhusqvarnafactoryracing hanno infatti chiuso settimo e non rispettivamente. Sapendo che avrebbe sofferto il clima caldo e umido, Jonass è stato fortunato a riuscire a concludere la manche di qualificazione dopo una caduta al primo giro, ma il pesante atterraggio sulla spalla ha compromesso il weekend di Palembang dell’ex campione del mondo MX2. Pur partendo bene, senza forza nella spalla Jonass non è riuscito a spingere al massimo sul tracciato artificiale pieno di canali e salti. Dopo aver conquistato un’ottava piazza in Gara1, si è migliorato di una posizione col settimo posto di Gara2, sempre non riuscendo a guidare al 100%. 

Purtroppo per Arminas Jasikonis, una top 5 alla sua portata in Gara2 è sfumata dopo essere caduto a metà manche. Decimo in Gara1, l’alto pilota della FC 450 si è fatto largo dalla quindicesima posizione iniziale all’undicesima al tredicesimo giro, per poi passare anche Jeremy van Horebeek e chiudere decimo. Partito benissimo in Gara2, Arminas si è presto portato da settimo a quinto e sembrava poter far bene, quando la caduta gli ha rotto il ritmo costringendolo alla decima posizione finale. 

Il team #rockstarenergyhusqvarnafactoryracing tornerà ora in azione il prossimo weekend per il round 12 del Campionato del mondo di #motocross FIM 2019, il #mxgp di Asia in Indonesia. 

Thomas Kjer Olsen:“Sono davvero felice di aver vinto Gara2. Ero frustrato dal mio risultati in Gara1, sapevo di poter fare molto meglio ma non ho trovato il ritmo, forse perché ho corso troppo di conserva per paura del caldo. In Gara2 volevo far vedere cosa potevo fare, ho dato tutto e mi sono sentito subito bene. Sono partito forte, ho fatto subito dei sorpassi e ho continuato a spingere. È stata tutta un’altra gara, e il podio di giornata è ottimo. Ora mi riposerò un po’ prima della prossima gara.”

Jed Beaton:“Questo è stato un altro bel GP per me. Penso che la Germania sia stata il punto di svolta, in cui ho finalmente messo alle spalle i problemi riuscendo a trovare il passo che so di poter avere. Da lì ho tenuto lo slancio, con altre due buone manche qui. Il GP è stato duro, sapevamo tutti che col caldo non sarebbe stato uno scherzo ma entrambe le manche sono andate bene per me. Sono contento che le cose si muovano nella direzione giusta, e spero che anche il prossimo weekend sia positivo.”

Pauls Jonass:“Ho commesso un errore nella manche di qualificazione sabato cadendo male sulla spalla, il che mi ha complicato l’intero weekend. È un peccato, perché la pista mi piaceva, ma sono stato comunque fortunato a non farmi molto male. Oggi però non avevo forza nella spalla per affrontare i canali, le buche in frenata e gli atterraggi dai salti. Ho fatto del mio meglio, partendo bene in Gara1 per poi girare un po’ largo: da lì in poi non sono mai riuscito a spingere come volevo per via della spalla. Ho fatto qualche sorpasso, ma l’ottava piazza non era quello che volevo. Gara2 è andata allo stesso modo, non potevo andare più forte di così. È stata un po’ una lotta per la sopravvivenza, puntanto a raccogliere qualche punto. Ora mi riposerò in vista del prossimo weekend.”

Arminas Jasikonis:“Un altro weekend frustrante. Volevo veramente ritrovare un po’ di fiducia qui in Indonesia con qualche bel risultato, e la pista mi piaceva. Ma di nuovo le cose non sono andate come avrei voluto. Non tanto per via del caldo, quanto per la caduta in Gara2, che in sé non è stata un granché ma ho sbattuto a terra piuttosto forte, non riuscendo più a trovare il ritmo. Ora mi riposerò e cercherò di dare tutto al prossimo GP.”