giugno 18, 2019 - Alpine Matmut

Colpo doppio per Signatech Alpine Matmut: nuova vittoria alla 24 Ore di Le Mans e titolo mondiale in LMP2!

  • Dopo una prova piena di ostacoli, il team Signatech #alpine Matmut incassa il terzo successo in quattro anni in categoria LMP2 alla 24 Ore di Le Mans.
  • Con otto podi in altrettante gare, Nicolas Lapierre, André Negrão e Pierre Thiriet hanno permesso al Marchio di assicurarsi il secondo titolo al Campionato mondiale FIA #wec.
  • Questa vittoria è la clamorosa conclusione di una settimana segnata dalla presentazione della Nuova #alpine A110S.

Rispettando una consolidata tradizione, la partenza della 87a 24 ore di Le Mans è stata data questo sabato alle 15:00 e Nicolas Lapierre ha immediatamente guadagnato un posto, passando in seconda posizione nella categoria LMP2.

Rimasto in pista più a lungo dei suoi diretti rivali, il francese ha preso il comando all'ottavo giro del suo primo doppio stint. Dopo averlo completato, il pilota della Signatech #alpine Matmut proseguiva con un triplice stint cercando parallelamente di contenere la G-Drive #26, il cui ritorno era facilitato da una strategia più aggressiva.

Il duello tra le due #auto continuava con il passaggio del testimone a Pierre Thiriet e poi ad André Negrão, entrato in azione all'inizio della sesta ora.

All'imbrunire, bandiere gialle, zone lente e neutralizzazioni si moltiplicavano con qualche goccia di pioggia sul Circuito della Sarthe. Il brasiliano non si lasciava intralciare da queste condizioni difficili, riportando l'Alpine #a470 in testa prima del ritorno del suo rivale, equipaggiato con pneumatici più freschi.

Dopo un pit stop disturbato da un concorrente in LMP2 a un terzo della gara, Nicolas Lapierre e Pierre Thiriet ritornavano in pista per lanciarsi all’inseguimento dei leader.

Il primo avrebbe tuttavia vissuto una serie di disavventure durante la notte, con due neutralizzazioni nei suoi primi due stint che hanno cambiato radicalmente la fisionomia della corsa. Con la safety car piazzata tra lui e il n°26, il team perdeva un minuto nel primo intervento e poi secondi preziosi nel secondo.

Distaccato di due minuti e mezzo, Pierre Thiriet completava il suo triplice stint prima di lasciare che André Negrão e Nicolas Lapierre passassero all’attacco prima dell'alba. Dopo essere riusciti a recuperare un minuto nella prima mattinata presto, vedevano poi annientati i loro sforzi dall'incidente della Dragonspeed n.31, che riportava in pista la safety car.

Nel frattempo, il team adeguava la strategia rilanciando Pierre Thiriet in pista a sette ore dalla bandiera a scacchi. La determinazione e la perseveranza dell'equipaggio davano finalmente i primi frutti quando i leader rimanevano bloccati nei box poco dopo le 9:00 del mattino. L'Alpine #a470 recuperava così il primo posto con un giro di vantaggio sul suo primo inseguitore e ultimo rivale ancora in gara per il titolo.  

Da allora in poi, il terzetto ha continuato ad accumulare tempi competitivi concedendosi perfino il lusso di gestire il proprio vantaggio e il materiale.

Dopo l'ultimo stint di André Negrão, Pierre Thiriet è tornato al volante per completare il tempo minimo di guida prima che Nicolas Lapierre venisse poi incaricato di passare il traguardo.

Per la sua ultima partecipazione con il Marchio della A con la freccia, Nico è stato il primo a passare sotto la bandiera a scacchi per suggellare la sua terza vittoria a Le Mans in quattro partecipazioni con #alpine.

Questo successo è anche il terzo di Signatech #alpine Matmut nella Sarthe dopo le vittorie del 2016 e 2018, e il suo quinto podio in categoria LMP2 dal 2014.

Infine, questo trionfo conquistato davanti alla Jackie Chan DC #racing n°38 permette all'Alpine di ottenere il secondo titolo LMP2 nel Campionato del Mondo FIA di #endurance, dopo quello del 2016... Una corona che verrà rimessa in gioco palio all'inizio della stagione 2019-2020, il 1° settembre a Silverstone!