maggio 08, 2019 - Nissan

Nissan e.dams conquista nuovi primati nell’E-Prix di Parigi

Nella gara segnata da pioggia e grandine la scuderia giapponese registra nuovi record tra cui la terza pole position per il team.

PARIGI, Francia (Maggio 2019) – Il team Nissan e.dams ha conquistato nell’E-Prix di Parigi nuovi primati: grazie ad una perfetta prestazione durante la sessione di qualifiche, i piloti Oliver Rowland e Sebastien Buemi sono partiti rispettivamente in prima e seconda posizione.

Il pilota britannico Rowland è stato il primo, durante questa quinta stagione, a conquistare due pole position. Nissan e.dams è stata anche la prima scuderia ad aver iniziato tre gare stagionali dalla pole position: Buemi a Santiago e Rowland a Sanya e a Parigi.

L’E-Prix di Parigi è la seconda delle cinque tappe europee previste nel campionato di corse dedicato a vetture 100% elettriche. Ancora una volta Nissan LEAF, l’auto elettrica più venduta in Europa nel 2018, ha catturato l’attenzione dei suoi fan nell’E-Village, caratterizzato anche da interessanti esposizioni e attività interattive.

La Formula E costituisce per Nissan la piattaforma ideale per mostrare la capacità e le prestazioni delle tecnologie destinate ai veicoli elettrici, elemento chiave della Nissan Intelligent Mobility, la roadmap strategica che definisce il modo in cui i veicoli vengono guidati, alimentati e integrati nella società.

Durante le prove libere Nissan è stata subito tra le scuderie più veloci, con Buemi e Rowland che hanno conquistato la seconda posizione rispettivamente durante la prima e la seconda sessione. Entrambi i piloti hanno avuto accesso alla Superpole classificandosi al primo e al terzo posto in fase di qualifica

La Superpole ha certificato nuovamente la velocità delle monoposto e.dams: Rowland e Buemi si erano inizialmente posizionati al secondo e terzo posto, salvo poi guadagnare la pole position e la seconda posizione a seguito della penalizzazione che ha colpito il primo qualificato, retrocesso nelle ultime fila della griglia di partenza.

Nonostante le sessioni di prova e qualifica fossero andate benissimo, la scuderia Nissan e.dams è stata sfortunata in gara. Dopo una partenza accompagnata dalla safety car, nel corso dei primi giri Rowland ha urtato una barriera a causa di un blocco ai freni. Grazie ad una manovra in retromarcia è riuscito a tornare in pista e a tagliare il traguardo in dodicesima posizione.

Ma la sfortuna non ha risparmiato neanche Buemi: subito dopo aver attivato per la prima volta l’attack mode, il pilota svizzero è stato colpito dalla monoposto del vincitore Robin Frijns. La collisione ha danneggiato lo pneumatico posteriore destro che ha iniziato a perdere pressione. Il pit stop per procedere alla sostituzione della gomma ha fatto perdere terreno a Buemi che ha chiuso la gara in quindicesima posizione.

Questa sfortuna è stata caratterizzata da interventi della safety car e da condizioni climatiche difficili: nell’arco di 45 minuti, la pista è stata segnata da pioggia e grandine.

“Al termine di ogni gara, ci sentiamo sempre più vicini al successo al quale puntiamo”, ha affermato Michael Carcamo, Nissan Global Motorsports Director. “Siamo chiaramente molto delusi, ma abbiamo dimostrato ancora una volta che le nostre auto sono veloci”.

“Seb oggi è stato molto sfortunato. Per quanto riguarda Oliver esamineremo i dati per capire cosa sia successo. Continueremo a lavorare duramente con l’obiettivo di conquistare la vittoria nell’E-Prix di Monaco. A oggi ciascuna delle otto gare ha avuto un vincitore diverso, ciò dimostra che il livello di competitività è altissimo, ma vogliamo vedere i nostri ragazzi sul gradino più alto del podio”.

La Formula E tornerà in pista a Monaco per la prossima gara fissata l’11 maggio. Seguiranno altre gare europee a Berlino, sempre in Germania, quindi a Berna, in Svizzera.

“La delusione di oggi deriva dal fatto che le nostre monoposto erano veloci. Stiamo migliorando a ogni gara e continueremo a mettercela tutta per portare Nissan alla vittoria”, ha dichiarato Jean-Paul Driot, team principal di Nissan e.dams.

“Tutti i componenti della scuderia sono molto determinati e un risultato come quello di oggi non fa che aumentare ulteriormente tale determinazione. Siamo fieri di aver portato entrambe le auto in prima fila nelle qualifiche, ma adesso vogliamo vedere i nostri piloti sul podio”.

DICHIARAZIONI DEI PILOTI

Sébastien Buemi

“Oggi sono stato davvero sfortunato, Robin (Frijns) mi ha colpito nella parte posteriore destra e lo pneumatico ha iniziato a sgonfiarsi lentamente. Ciò mi ha rallentato e sono dovuto rientrare ai box per sostituire la ruota”.

“Sono molto amareggiato, è stato un duro colpo anche per i ragazzi del team. Sappiamo di avere il ritmo giusto, ma fino a questo momento la fortuna non è stata dalla nostra parte”.

“Adesso non vediamo l’ora di gareggiare a Monaco. Tutti i piloti del mondo amano correre sulle strade di questa città. Sono riuscito a vincere entrambe le gare di Formula E che si sono tenute a Monaco, ce la metterò tutta per portare a casa la terza vittoria”.

Oliver Rowland

“Stavo andando molto bene in pista prima dello scontro. Non sappiamo ancora con certezza cosa sia successo, se sia stato un mio errore o un problema tecnico della vettura”.

“L’auto ha continuato a essere velocissima anche dopo l’impatto, ma avevo perso troppo terreno. Poi ci sono state alcune collisioni che hanno danneggiato la parte anteriore e l’obiettivo è diventato riuscire a portare a termine la gara”.

“Se non fosse stato per l’urto, avrei potuto concludere la gara in ben altra posizione. Oggi abbiamo senz’altro perso un’opportunità, ma dobbiamo continuare a lavorare sodo per dare ancora una volta il meglio di noi a Monaco”.