maggio 03, 2019 - Bosch

Bosch è partner del film “Io, Leonardo”, prodotto da Sky e Progetto Immagine, in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla scomparsa di Leonardo Da Vinci

  • Il nuovo film d’arte, prodotto da Sky e Progetto Immagine, che vede Luca Argentero prestare il volto a Leonardo Da Vinci, sarà distribuito da Lucky Red nelle sale italiane dal prossimo 26 settembre e successivamente trasmesso in tv su Sky e distribuito nel mondo da True Colours.
  • Formazione di “bottega” e conoscenza fortemente legata alla ricerca e alla sperimentazione i tratti che accomunano Robert Bosch e Leonardo da Vinci
  • Nel 2019 le attività di personal branding della multinazionale saranno legate alla celebrazione di Leonardo da Vinci: “Quando cerchiamo un nuovo talento cerchiamo persone che sappiano dimostrare la loro scintilla”.

Milano – Bosch Italia è partner del film “Io, Leonardo”, il nuovo film d’arte prodotto da Sky con Progetto Immagine, in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla scomparsa di Leonardo Da Vinci, che vede Luca Argentero impegnato per la prima volta in un film d’arte biografico. Il film sarà distribuito nelle sale italiane dal prossimo 26 settembre da Lucky Red e nel mondo da True Colours, per poi andare in onda in tv su Sky.

La multinazionale tedesca, che nel 1904 ha aperto a Milano una sede commerciale e che oggi conta su tutto il territorio circa 6.000 collaboratori, ha deciso di aderire a questo progetto che punta a celebrare il genio italiano a 500 anni dalla sua morte (2 Maggio 1519).

Leonardo da Vinci era una mente eclettica: pittore, scultore ma anche scienziato e ingegnere. Sono numerosi i disegni, gli studi e i prototipi che l’artista e inventore toscano ci ha lasciato in eredità. Dalla macchina volante, alla bicicletta, passando per i veicoli a funzionamento meccanico, le idee di Leonardo sono state talmente lungimiranti da anticipare di secoli alcune rivoluzioni scientifiche e tecnologiche. Rivoluzioni che, 300 anni più avanti un’altra mente visionaria come quella di Robert Bosch è riuscita a cavalcare, mettendo alla portata di tutti, attraverso l’industrializzazione e la produzione in serie, tecnologie che hanno cambiato il nostro modo di vivere. “Tutto partì da una intuizione geniale: un dispositivo in grado di accendere in maniera veloce ed affidabile i motori a combustione. Da questa scintilla, che ha rivoluzionato la mobilità su quattro ruote, Robert Bosch è riuscito a costruire un’azienda che ha fatto dell’innovazione il suo punto di forza”, afferma Giuditta Piedilato, Direttore Corporate Communication Robert Bosch Spa, “Uomo di bottega, come Da Vinci, la sua conoscenza era fortemente legata alla ricerca e alla sperimentazione” conclude Piedilato.

Ricerca che l’azienda continua a portare avanti grazie agli investimenti in R&D e al recruiting di giovani talenti. Queest’anno le attività di employer branding della multinazionale saranno legate alla celebrazione di Leonardo da Vinci. “Quando cerchiamo un nuovo talento da inserire nel nostro organico, cerchiamo persone che sappiano dimostrare la loro scintilla. Può essere un’idea, un’intuizione, o l’attitudine a trovare la soluzione a un problema” sostiene Sabrina Castellan, Direttore della scuola di formazione Bosch TEC. “Alle aziende il compito di riconoscere questi talenti e di mettere loro a disposizione tutti i presupposti e le condizioni affinché il loro colpo di genio non rimanga una scintilla, ma un solido progetto su cui costruire il proprio futuro e quello dell’azienda”.