febbraio 08, 2019 - Ducati

Il team Mission Winnow Ducati di nuovo in pista a Sepang: Dovizioso 4º e Petrucci 9º nella seconda giornata di test ufficiali MotoGP

Il team Mission Winnow Ducati ha proseguito oggi il proprio programma di sviluppo a Sepang (Malesia) nel secondo di tre giorni di #test ufficiali #MotoGP.  

In condizioni atmosferiche particolarmente calde, con temperature superiori ai 30 gradi nell’aria e 60 sull’asfalto, #andreadovizioso e #danilopetrucci hanno effettuato rispettivamente 60 e 65 giri, inclusi due “long-run” da 10 giri ciascuno per coprire la distanza di gara nelle ore più calde. Dovizioso ha siglato il quarto tempo di giornata in 1:59.562, oltre mezzo secondo più veloce rispetto a ieri. Passi avanti anche per Petrucci, che ha migliorato i propri riferimenti di circa due decimi con un miglior giro personale in1:59.845, concludendo in nona posizione la sessione, a soli 283 millesimi dal compagno di squadra. 

Andrea Dovizioso (#04 Mission Winnow Ducati) – 1:59.562 (4º)
“È stata una giornata positiva, e sono molto contento del nostro metodo di lavoro che ci ha consentito di raccogliere molte informazioni interessanti. Oggi ci siamo concentrati su alcune aree nelle quali lo scorso anno avevamo sofferto un po’, trovando buoni riscontri. Insieme a Danilo siamo anche riusciti a fare due piccoli ‘long run’ portando le gomme a distanza di gara, cosa che ci ha consentito di simulare il GP in modo più completo rispetto a quando si gira da soli. Ci restano ancora alcuni componenti da provare domani: lo sviluppo non si ferma mai e continueremo a cercare ulteriori miglioramenti”. 

Danilo Petrucci (#9 Mission Winnow Ducati) – 1:59.845 (9º)
“È stata una giornata molto impegnativa dal punto di vista fisico, perché abbiamo fatto molti giri ed anche completato la distanza di gara in due uscite consecutive nelle ore più calde. Devo dire che abbiamo raccolto dei buoni riscontri sia dal punto di vista tecnico che fisico, e la squadra ha fatto un ottimo lavoro. Un piccolo inconveniente ci ha impedito di migliorare ulteriormente i tempi sul giro, ma la posizione finale nella classifica delle prove non è certo la nostra priorità. Rispetto a ieri siamo stati molto più competitivi con le massime temperature dell’asfalto, e questo mi rende fiducioso in vista di domani”.