dicembre 12, 2018 - Fakro

Vivere in un open space inondato dalla luce

l progetto di ristrutturazione di una mansarda a #mosca crea un ampio open space domestico: la qualità dell’architettura degli interni è esaltata dalla luce naturale che penetra attraverso numerose finestre da tetto #Fakro.

Le esigenze statiche connesse alla costruzione degli edifici portano a realizzare strutture portanti più massicce alla base, che tendono a diradarsi e a risultare sempre meno ingombranti man mano che si sale verso i piani più alti, per effetto della diminuzione progressiva dei carichi.

I sottotetti, infatti, sono gli ambienti normalmente più ampi e per questa ragione, negli interventi di ristrutturazione, possono facilmente accogliere spazi molto estesi e non interrotti dalla presenza di elementi portanti. Questa caratteristica, unita spesso alla disponibilità di ampie vedute verso l’esterno, li rende estremamente piacevoli da abitare e particolarmente ambiti.

La tendenza predominante nell’architettura residenziale contemporanea privilegia i cosiddetti “open space”, ovvero ambienti liberi dalle partizioni murarie che, tradizionalmente, suddividono rigidamente lo spazio abitativo in locali monofunzionali.

Ampi e fluidi, questi ambienti si prestano infatti a conferire unitarietà al concept architettonico e, parallelamente, offrono una notevole flessibilità nell’allestimento degli interni, esaltando la libera composizione degli arredi e la presenza di oggetti di #design all’interno dell’ambiente domestico.

L’appartamento recentemente realizzato recuperando una mansarda di 48 m2 costituisce un esempio estremamente significativo delle potenzialità di questo approccio progettuale. Fatta eccezione per l’indispensabile privacy offerta dai locali da bagno, tutto lo spazio è a disposizione per qualsiasi attività.

“Abbiamo realizzato uno spazio multifunzionale – affermano i progettisti dello studio d’architettura Ruetemple – nel quale i proprietari possono trascorrere il proprio tempo sia in perfetta solitudine, sia in compagnia di molte persone. Questo ambiente libero da qualsiasi oggetto non necessario è infatti l’ideale per lo svago e il riposo, ma anche per accogliere amici e ospiti.”

Sospeso al centro della mansarda si trova poi un grande cubo bianco nel quale, su un elegante tappeto di ciottoli grigi, cresce un piccolo arbusto simbolo della vita che si rinnova. Sotto di esso si inseriscono arredi e contenitori su ruote, che permettono di sfruttare al meglio l’open space a seconda delle necessità.

Questa struttura, utilizzabile per il raccoglimento e la meditazione, articola gli spazi circostanti senza interromperne la continuità, creando ambiti interconnessi destinati all’intrattenimento attivo, alla visione dei programmi televisivi, alle attività conviviali, al relax e al riposo.