maggio 08, 2018 - Centro Culturale Milano

GIANCARLO E GIOVANNI CERRI L'eredità nell'immagine dipinta

Due generazioni a confronto, due modi di vivere e interpretare la pittura, per una #mostra che vuole essere un omaggio alla cultura lombarda e alla città di #milano nel confronto fra due artisti milanesi, Giancarlo Cerri e il figlio Giovanni. Il progetto espositivo "Giancarlo e #giovannicerri. L'eredità nell'immagine dipinta", che si svolgerà al #centroculturaledimilano dal 10 al 27 maggio 2018, realizzato in collaborazione con LTA Studio – Tax & Law Firm di #milano, è nato da un'idea di #giovannicerri e Stefano de Angelis, e prende spunto dal tema del Meeting di Rimini 2017 "Quello che tu erediti dai tuoi padri, riguadagnatelo, per possederlo", ponendosi come un confronto aperto tra le ricerche pittoriche dei due artisti milanesi. La #mostra, il cui catalogo presenta un contributo critico del giornalista Luca Frigerio, sarà inoltre l'occasione per far proseguire la felice collaborazione fra #giovannicerri e CBM Italia Onlus, nata in occasione della personale dell'artista milanese "Spes contra spem", svoltasi la scorsa primavera alla Spazio Bigli di #milano e realizzata in collaborazione con Nextam Partners. Durante la #mostra al #centroculturaledimilano sarà esposte una tela di grande dimensione dal titolo "Per i tuoi occhi", donata dall'artista milanese a favore di CBM Italia Onlus, che fa parte di CBM, l'organizzazione umanitaria internazionale impegnata nella cura e prevenzione della cecità e della disabilità nei Paesi del Sud del mondo. La grande opera su tela (cm. 100x140), o in alternativa le 12 carte formato 50x70 in cui l'artista ha reinterpretato l'immagine in altrettante "variazioni sul tema", potranno essere acquistate durante la #mostra e il ricavato andrà a sostenere il progetto oculistico del Sabatya Eye Hospital di CBM in Kenya. LA #mostra La #mostra "Giancarlo e #giovannicerri. L'eredità nell'immagine dipinta" è il quarto capitolo di un confronto curioso e affascinante fra due artisti milanesi iniziato nel 2008 al Museo della Permanente di #milano in occasione della #mostra "I Cerri, Giancarlo e Giovanni. La pittura di generazione in generazione", e proseguito in Germania tra il 2013 e il 2014, prima alla storica Frankfurter Westend Galerie, poi all'Istituto Italiano di Cultura di Stoccarda, con la #mostra "Zwei Künstlergenerationen aus Mailand". Ciò che unisce due modi estremamente differenti di avvicinarsi alla tela e al colore da parte di Giancarlo e #giovannicerri è il grande amore per la pittura, sviluppata in modalità quasi contrapposte, ma sempre con grande intensità. Scrive Luca Frigerio nel suo testo in catalogo: "Le opere di Giancarlo Cerri testimoniano l'approdo a un astrattismo puro, senza compromessi. Possono dare l'idea di immagini esistite da sempre nella mente dell'artista. Ma a osservarle più attentamente, al di là della superficie pittorica, si percepisce una conquista meditata. Uno scavare, togliere, eliminare con michelangiolesca energia, per arrivare all'essenziale, a una sintesi assoluta del colore. [...]

Maggiori informazioni nel comunicato stampa da scaricare