gennaio 22, 2018 - Fondazione Musica Insieme

MICO 2018 inaugura con "L'aria della libertà - L'Italia di Piero Calamandrei"

MICO – #musica Insieme COntemporanea 2018

Giovedì 25 gennaio 2018

ORATORIO DI SAN FILIPPO NERI ore 20.30

“L’ARIA DELLA LIBERTÀ”

L’Italia di Piero Calamandrei

Concerto multimediale

di #ninocriscenti e Tomaso Montanari

con Tomaso Montanari

Luca Cipriano clarinetto

Francesco Peverini violino

Valeriano Taddeo violoncello

Marco Scolastra pianoforte

Musiche di Hindemith, Stravinskij, Messiaen, Casella, Šostakovič, Castelnuovo-Tedesco

Bologna, 22 gennaio 2018

Inaugura giovedì 25 gennaio alle 20.30, presso l’Oratorio di San Filippo Neri (Via Manzoni 5), la XIII edizione di MICOMusica Insieme Contemporanea. Il primo #concerto sarà dedicato alla figura di Pietro Calamandrei, fra i padri della Costituzione italiana. MICO – #musica Insieme COntemporanea ne celebra dunque il 70° anniversario con uno spettacolo multimediale che alla voce dello scrittore Tomaso Montanari associa immagini e cinegiornali d’epoca, intrecciati alle musiche di Hindemith, Stravinskij, Messiaen, Casella, Šostakovič, Castelnuovo-Tedesco. La parte musicale sarà affidata al clarinetto di Luca Cipriano, al violino di #francescopeverini, insieme al violoncellista #valerianotaddeo e al pianista Marco Scolastra.

Tomaso Montanari, noto scrittore e storico dell’arte, ha collaborato con il Corriere della Sera, dal 2014 scrive su La Repubblica, ed è autore e voce di trasmissioni culturali su Rai5.Luca Cipriano è membro stabile della Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli e collabora con le Orchestre del Teatro dell’Opera di Roma e del Teatro Petruzzelli di Bari. Francesco Peverini collabora con varie compagini, tra cui Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Orchestra Filarmonica “A. Toscanini” e Mahler Chamber Orchestra. Valeriano Taddeo è ospite dell’Accademia Chigiana, della Royal Academy of London, della ProQuartet a Parigi. Marco Scolastra ha suonato per importanti istituzioni, tra cui il teatro Lirico di Cagliari, Auditorium Parco della #musica e Teatro Regio di Parma.

Nel suo discorso ai giovani, nel 1955, Calamandrei dichiarava: «…voi capite che la nostra Costituzione è soltanto in parte una realtà, in parte è ancora un programma, un ideale, una speranza, un impegno, un lavoro da compiere». A settant’anni dall’entrata in vigore della Costituzione italiana, il #concerto multimediale di #ninocriscenti e #tomasomontanari ne ricorda la gestazione, sulle macerie della guerra e con l’energia della ricostruzione, intrecciando immagini e cinegiornali d’epoca ad alcuni capolavori cameristici tra gli anni ’20 e ’40. Da Stravinskij, con gli iconici Tre pezzi per clarinetto solo, a Casella, a Hindemith, i brani in programma hanno segnato un’epoca, e di quell’epoca recano a loro volta i tragici segni, come nel caso del Trio n. 2 di Šostakovič o del Quatuor di Messiaen.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa da scaricare

Filtro avanzato