dicembre 28, 2017

Ciaspolate in Liguria: un appuntamento ricco di fascino

Dai ritmi adrenalinici della stagione estiva lungo la costa, al turismo slow delle vette: la Liguria è una Regione che esprime in ogni stagione la sua naturale vocazione di destinazione turistica. Nella stagione invernale sono protagoniste le montagne liguri che, complici le abbondanti precipitazioni nevose di quest’anno, offrono ai visitatori un’ideale occasione di vacanza. Tra gli #sport invernali, le ciaspole sono l'attività che più di tutte permette di godersi lo spettacolo del paesaggio, dove il candore della neve ammanta ogni cosa.

Situato nel ponente ligure, al confine con la Francia, il parco naturale regionale delle Alpi liguri vanta due primati: ospita infatti il monte più alto della Regione (il Monte Saccarello) e la grotta più profonda (la Melosa). I boschi e le praterie che nel resto dell’anno costituiscono una grande riserva verde, in questo periodo cambiano muta lasciando spazio al candore della neve, che, se possibile, accresce ancora di più il fascino di questi panorami.

I diversi habitat sono scanditi dall’alternarsi di bellezze naturalistiche come boschi, laghetti e cascate. E quale metodo migliore per entrare in contatto con questo spettacolo naturale se non percorrendolo a piedi? Un ritmo slow, la cui pace sembra ulteriormente scandita dal manto nevoso. Molti e variegati gli spunti per una giornata di trekking invernale da percorrere con le racchette da neve: attraverso il lariceto delle Navette e la Valle dell'Angelo, oppure partendo da Colle Melosa verso Cima Marta o i monti Grai, Toraggio e Pietravecchia. Il traguardo a 2.200 metri sul Monte Saccarello offre uno spettacolo senza pari: una vista che spazia dal Monviso al mare. I centri di accoglienza del Parco offrono la possibilità di noleggiare tutta l'attrezzatura necessaria.

Filtro avanzato