novembre 16, 2017 - Balocco

È Balocco la terza azienda italiana dell’alimentare dove si lavora meglio

Nella classifica realizzata per il settimanale Panorama dalla più grande società mondiale di statistica, l’azienda di Fossano è sul podio con Ferrero e Barilla

È #balocco, dopo Ferrero e Barilla, la terza azienda alimentare italiana dove si lavora meglio.

È quanto emerge dall’indagine realizzata dalla società tedesca indipendente “Statista” per il settimanale di attualità Panorama, in edicola da oggi 16 novembre, con una copertina dedicata alle aziende italiane che hanno ottenuto il massimo indice di gradimento da parte dei dipendenti.

La ricerca è stata condotta intervistando 15 mila lavoratori di aziende con oltre 250 dipendenti. Nella dozzina di domande, è stato chiesto agli intervistati anche se avrebbero raccomandato il proprio datore di #lavoro a conoscenti o familiari.

La #balocco di Fossano è entrata nella top delle 400 aziende che hanno ottenuto un punteggio superiore alla media (su una platea di oltre 1.900 imprese che soddisfano i requisiti della ricerca) e, in particolare, è risultata essere terza nella classifica specifica del settore alimentare, dietro a due big come Ferrero e Barilla, e davanti a molti altri prestigiosi marchi nazionali o divisioni italiane di multinazionali.

Beh, non può che farci piacere, salire sul podio insieme ai big del nostro settore, in questa speciale classifica. In più occasioni, abbiamo ammesso di ispirarci al loro modello imprenditoriale, e non abbiamo mai fatto mistero della stima che proviamo per uomini come Michele Ferrero e Pietro Barilla e per le loro famiglie. Oggi possiamo solo dirci onorati di vedere la nostra azienda nella zona alta di una classifica in cui si parla di qualità del #lavoro, – commenta Alberto #balocco, Presidente e A.D. della #balocco – In Italia, abbiamo attraversato anni di forti contrasti tra lavoratori e datori di #lavoro, quasi fossero due realtà in perenne conflitto. In effetti, da noi non ci sono mai stati padroni e dipendenti, sono due concetti che non ci sono mai appartenuti. L’unica differenza che facciamo è tra chi ha voglia di lavorare e chi non ne ha: siamo cresciuti con questa mentalità, tutti sotto quell’ombrello comune che si chiama #lavoro, che merita impegno e dedizione per essere difeso ogni giorno”.

Nel quartier generale di Fossano, dove #balocco ha sede dal 1927, lavorano quest’anno, fra dipendenti e stagionali, circa 400 persone, a cui si sommano interinali e cooperative per un totale di 470 unità. L’organico è aumentato proporzionalmente alla crescita di cui l’azienda dolciaria è stata protagonista negli ultimi dieci anni e che l’ha portata a raddoppiare il suo fatturato (187 milioni il fatturato atteso per il 2017).

News correlate

novembre 27, 2017
novembre 16, 2017
novembre 15, 2017

Ti potrebbe interessare anche

ottobre 23, 2017
ottobre 16, 2017
ottobre 02, 2017

Filtro avanzato