novembre 03, 2017

Vito Nesta | La stanza delle meraviglie

Una stanza, sei oggetti

Si spalancano le porte della stanza e una scia composta di piatti colorati si fa spazio nell'ambiente: uno scorcio di Costantinopoli con sultani al dorso di cavalli, broccati che evocano Damasco e le statiche architetture di un mondo lontano. Tutt’attorno è avvolto in una calda vegetazione tropicale, che invade le pareti. Al centro un pappagallo osserva la danza che movimenta la stanza e riflette il suo sguardo sul filo di acciaio che recinta un bouquet di fiori colorati. Domina la scena dal soffitto la Musa ispiratrice, intenta a stuzzicare un maestoso pavone, distratta porge un saluto fugace.

News correlate

aprile 21, 2017

Filtro avanzato