ottobre 30, 2017 - Toyota

Andrea Eskau e Toyota Motorsport Gmbh insieme alle paralimpiadi

Le tecnologie motoristiche sviluppate per la 24 Ore di Le Mans diventano uno spunto per le Paralimpiadi di PyeongChang e di Tokyo: l’atleta tedesca #andreaeskau si conferma infatti partner del team #toyota Motorsport GmbH (TMG).

Andrea, 46 anni, affronterà i Giochi di PyeongChang con un’attrezzatura all’avanguardia dal peso ridotto che consentirà all’atleta tedesca di ottenere prestazioni sensazionali.

Andrea e TMG collaborano da cinque anni, un lustro che ha visto l’atleta collezionare diverse medaglie d’oro nei Giochi Paralimpici estivi ed invernali. Un nuovo capitolo di questa storia meravigliosa, perfettamente in linea con l'iniziativa START YOUR IMPOSSIBLE appena lanciata da #toyota Motor Corporation, e un equipaggiamento creato su misura dal team di Colonia con l’obiettivo di vincere l’ennesimo oro.

Gerard Winstanley, responsabile di questo ambizioso progetto portato avanti dall’area Composite di TMG: “Siamo orgogliosi di accompagnare Andrea in questa nuova avventura. Non sto parlando del mero punto di vista tecnologico: lavorare con Andrea è un’esperienza piacevole ed incredibilmente costruttiva. Una donna ambiziosa, che non si tira indietro davanti a nulla, e che soprattutto condivide con noi la voglia di migliorarsi, in questo caso studiando il modo migliore per incrementare le potenzialità delle tecnologie a sua disposizione.”

Andrea, che vive non lontano dal centro tecnico di TMG, la culla delle tecnologie #toyota implementate nel Campionato Mondiale FIA Endurance, è un’atleta che non conosce limiti, sempre pronta a spingersi oltre. Una motivazione che le consente di trovare gli spunti giusti per migliorare le attrezzature a sua disposizione, esattamente come un pilota cerca di migliorare i tempi in pista, giro dopo giro.

Un atteggiamento spiegato con poche ma significative parole: “Dal punto di vista fisico sono stata capace di ottenere prestazioni di alto livello, ma poi ho capito che il professionismo richiede un equipaggiamento adeguato. L’allenamento è importante, ma non basta: è necessario coniugarlo con attrezzature appropriate, e in TOYOTA Motorsport GmbH credo proprio di aver trovato il partner ideale, persone dotate della mia stessa mentalità.”

Nata il 21 marzo del 1971 ad Apolda, nella Germania Orientale, Andrea è una psicologa di professione e nutre da sempre una passione per l’atletica, con numerose partecipazioni a gare ciclistiche e di triathlon. Le sue gambe smettono però di muoversi nel 1998, in seguito ad una lesione spinale dovuta ad un incidente in bicicletta.

Dopo un primo approccio alla pallacanestro in carrozzina, Andrea trova la sua vocazione nel podismo ma soprattutto nello sci nordico, e spiega così il suo retaggio sportivo: “All’inizio compravo attrezzature prevalentemente per acquisire una maggiore mobilità. In seguito, quando mi sono sentita più a mio agio, ho deciso di gareggiare. Ho iniziato con la Maratona di Colonia, per puro divertimento. Sono arrivata terza, e da lì in avanti le ambizioni sono cresciute esponenzialmente. Volevo migliorare, ed eccomi oggi con oltre 20 titoli mondiali e sei medaglie d’oro paralimpiche .”

Un palmarès che ha ispirato la collaborazione tra Andrea e TMG e che ha portato alla realizzazione di una slitta incredibilmente leggera, ottenuta grazie ad una struttura in fibra di carbonio e alla conseguente minimizzazione dei materiali necessari alla costruzione, senza inficiarne però la resistenza. Una riduzione del peso pari ad oltre il 30% che massimizzerà la performance di Andrea, consentendole di percorrere i 6 chilometri di pista sfruttando esclusivamente la parte superiore del corpo.

Andrea spiega così lo sviluppo dell’attrezzatura: “Tutto nasce da un intenso scambio di idee e di proposte. Siamo partiti dalla slitta, adattata dal team TMG, con cui ho vinto due ori ai Giochi Paralimpici di Sochi, nel 2014. Successi che ci hanno spinti a progettare una slitta completamente nuova: più leggera, più funzionale e assolutamente adatta alle mie caratteristiche fisiche. Questo mi consentirà di partecipare al biathlon, affrontando agevolmente anche la gara di tiro.”

Uno sviluppo dettato da una collaborazione totale, grazie al contributo di Andrea in ogni fase del progetto. Queste le parole di Norbert Schäfer, il Project Leader TMG: “Andrea possiede una conoscenza approfondita delle questioni tecniche, ma soprattutto un’intelligenza fuori dal comune, e questo ci ha consentito di trovare insieme soluzioni che soddisfacessero tutti i criteri del caso. Conosce i suoi limiti e individua ciò che meglio può adattarsi alle sue esigenze. Un approccio riconducibile a quello che da sempre applichiamo in ciò che ci riesce meglio: gli #sport motoristici.”

Andrea e TMG puntano ai Giochi invernali di PyeongChang e a quelli estivi do Tokyo 2020 con grandi ambizioni. TMG seguirà i progressi dell’atleta tedesca, progressi che verranno regolarmente caricati in rete a beneficio degli appassionati: il prossimo contenuto sarà disponibile a fine novembre, con un’analisi approfondita della nuova attrezzatura.

News correlate

novembre 22, 2017
novembre 22, 2017
novembre 20, 2017

Filtro avanzato