settembre 07, 2017 - Honda Auto

Un motore diesel di livello superiore si aggiunge alla gamma della nuova Honda Civic

  • Versione ottimizzata del motore i-DTEC da 1.6 litri che sarà disponibile a partire da marzo 2018
  • Pistoni più resistenti e riduzione degli attriti tra le principali migliorie apportate al propulsore
  • La potenza rimane di 120 CV e la coppia massima è pari a 300 Nm
 
Un motore diesel i-DTEC da 1.6 litri e 120 CV di potenza completamente rinnovato si aggiungerà alla gamma di Honda Civic a partire da marzo 2018, offrendo una straordinaria combinazione tra prestazioni ed efficienza.
Questo nuovo motore è uno dei primi a essere ufficialmente testato secondo la nuova Procedura di prova omologata a livello internazionale per i veicoli leggeri (WLTP) relativamente al consumo di carburante ed al ciclo di emissioni, entrata in vigore quest’anno. Mentre i dati ricavati dal noto test NEDC si basano su una tipologia di guida teorica, il ciclo WLTP è stato sviluppato utilizzando dati di guida reali in tutto il mondo. È quindi concepito per produrre risultati più vicini all’esperienza di guida in condizioni reali.
Honda ha apportato considerevoli migliorie al motore e al sistema di scarico per massimizzare le prestazioni nell’uso quotidiano. I miglioramenti in termini di efficienza per il nuovo motore i-DTEC da 1.6 litri di Honda Civic riguardano il consumo di carburante a partire da 3,7 l/100 km* ed emissioni di CO2 da 99g/km (secondo il ciclo WLTP)*.
Inoltre, è stato ridotto l’attrito del cilindro, grazie ai pistoni realizzati in lega di acciaio al cromo-molibdeno ad alta resistenza ed è stata eseguita una “super finitura” degli alesaggi allo scopo di consentire un movimento dei pistoni più fluido.
Il motore da 1.597 cc utilizza lo stesso avanzato sistema Bosch a iniezione di carburante dei modelli precedenti e vanta un piccolo turbocompressore ad alta efficienza, un sistema EGR (Exhaust Gas recirculation) a bassa pressione e una potente valvola di aspirazione con una valvola della testata del cilindro “swirl”. Un albero a gomiti leggero ad alta resistenza e un blocco motore in alluminio pressofuso ad alta pressione riducono al minimo il peso del motore. Il nuovo motore i-DTEC prevede l’aggiunta di nervature fuse in ghisa al blocco del cilindro al fine di aumentare la rigidità strutturale e, quindi, di migliorare la gestione del livello di rumore, vibrazioni e durezza.
Il nuovo motore diesel i-DTEC da 1.6 litri è anche uno dei primi motori a essere ufficialmente testato secondo la procedura di Emissioni Reali di Guida (RDE) per convalidare il livello di NOx e i livelli di emissione del particolato. Il propulsore diesel è provvisto di un nuovo sistema convertitore per il collettore di NOx (NSC) con un più ampio catalizzatore e un maggiore contenuto di metalli nobili (argento, platino e neodimio) che conserva l’ossido di azoto fino al ciclo di rigenerazione. Un sensore di fuliggine rileva in modo efficace il momento in cui è richiesto un ciclo di rigenerazione, estendendo la durata del componente di scarico.
Il motore diesel i-DTEC eroga una potenza di 120 CV a 4.000 giri/min. e 300 Nm di coppia a 2.000 giri/min., spingendo Civic da 0 a 100 km/h in 10,5 secondi.
Assemblato presso lo stabilimento Honda of the UK Manufacturing di Swindon, la versione rinnovata di questo motore sarà disponibile sulle varianti a quattro e a cinque porte della nuova Civic di decima generazione.
Una cambio automatico a nove rapporti andrà ad aggiungersi alle opzioni del propulsore Civic a metà 2018: si tratterà della primissima applicazione su una vettura a trazione anteriore.
* Dati interni Honda


Filtro avanzato