aprile 21, 2017 - Misura Emme

Misuraemme @ Salone del Mobile 2017

L’evoluzione dell’abitare contemporaneo Equilibri inediti e intuito stilistico si traducono in una ricercata semplicità L’instancabile e laborioso contributo ai valori del Made in Italy ha reso #misuraemme protagonista del #design di qualità nel mondo. Un patrimonio costruito nel tempo, frutto dell’attenzione ai cambiamenti e agli scenari della contemporaneità. Competenza, tenacia ed entusiasmo accompagnano l’azienda da tre generazioni in un cammino di internazionalizzazione e valorizzazione del know-how aziendale. In occasione del #salonedelmobile.Milano 2017, #misuraemme trasloca in un nuovo spazio espositivo al Padiglione 5: un’area di 400m2 accoglie una straordinaria panoramica dei prodotti a catalogo attraverso un mood omogeneo che facilita la lettura dello spazio senza soluzione di continuità. Rovere Tinto Nero e Olmo Grey le essenze fil rouge della superficie, vetri fumé e marmi ad arricchire le stanze ricche di nuove proposte. Due zone giorno, e altrettante zone notte, presentano suggestioni sublimi di un gusto ricercato, un mix audace di elementi e forme in stretto dialogo con il fascino della materia. Ben quattro nuove collaborazioni con designer di rilievo internazionale confermano l’attitudine alla sperimentazione progettuale: Arthur Casas, Castiglia Associati, Riccardo Gussoni, Francesco Lucchese. Sfide importanti capaci di rivelare la ricerca paziente, l’approccio meticoloso e la cura del dettaglio. Protagonista della prima area living, CROSSING OVER: lo studio Castiglia Associati reinterpreta, destrutturandola, la libreria CROSSING originale. La libertà compositiva permette la progettazione di campate più ampie, geometrie asimmetriche capaci di alleggerire la percezione visiva svincolandosi dal concetto di puro sistema giorno. Essenza, Tecno-marble e pelle si combinano in un eccezionale equilibrio materico che rivela la costante dedizione a qualità e innovazione. La madia MILVIAN, presentata in sinergia con il sistema giorno, è un progetto dell’Arch.Francesco Lucchese parte di un più ampio programma che comprende il gruppo notte coordinato. Le spalle in metallo anodizzato bronzo incorniciano la struttura in Olmo Grey con top in Tecnomarble e fungono da base. L’Architetto brasiliano Arthur Casas, alla sua prima collaborazione con il brand, firma l’inedita madia AIPIM, termine portoghese per indicare la radice di manioca, dalla forma lunga e assottigliata all’estremità: le gambe slanciate, estensione dei fianchi, trasmettono un palpabile senso di leggiadria, mentre la particolare anta doppia a soffietto, con apertura centrale, con il suo movimento, evidenzia la dinamicità del disegno. Il top laccato color metallo è dotato di un pratico svuota tasche integrato. Una delicatezza intrinseca che fa dell’elemento contenitore una dichiarazione di sofisticata eleganza.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa da scaricare