aprile 20, 2017

Radici del Sud 2017: ospiti internazionali e un focus sul mercato cinese

Definiti gli ospiti e le giurie della dodicesima edizione del Salone dedicato ai vitigni autoctoni e all'olio del Mezzogiorno d'Italia. Presente anche una delegazione di buyer cinesi. Ancora qualche giorno per le aziende che vogliono iscriversi

A poche settimane dall'inizio di Radici del Sud, l'evento dedicato al #vino da vitigno autoctono e all'olio del mezzogiorno che si terrà a Sannicandro di Bari dal 30 maggio al 5 giugno 2017, sono stati definiti gli ospiti italiani e stranieri che parteciperanno agli incontri BtoB con i produttori, ai press tour e che faranno parte delle giurie. Quest'ultime saranno due, una composta da buyer e presieduta da Alfonso Cevola, wineblogger, profondo conoscitore del patrimonio enologico italiano negli Stati Uniti e l'altra composta da giornalisti e capitanata da Daniele Cernilli, il DoctorWine dell'enologia italiana. Le giurie testeranno gli oltre 350 campioni di #vino in gara provenienti da Puglia, #basilicata, #campania, #calabria e #sicilia. 
"Alla data odierna le aziende partecipanti sono già oltre 130, ma c'è tempo fino al 30 aprile per procedere all'iscrizione - dice Nicola Campanile, organizzatore della manifestazione - Partecipare al Concorso e sottoporsi al giudizio delle giurie è sicuramente una sfida importante per le aziende perchè permette di valutare come si sta lavorando. Inoltre il confronto con i colleghi produttori può essere decisivo per individuare possibili azioni comuni di promozione di una produzione enologica così particolare che si distingue per la spiccata tipicità e i fortissimi legami col territorio".
Tra gli importatori stranieri presenti quest'anno sicuramente da segnalare una delegazione cinese, guidata da Alessio Fortunato, l'enologo campano che dal 2013 vive e lavora in Cina come China Wine Market Consultant e come professore di Wine Business presso la NWAF University e che ha all’attivo una grande esperienza nel mercato cinese come advisor per importatori, distributori e camere di commercio del #vino cinese. Questi buyer provenienti da diverse regioni della Cina, che importano già #vino italiano con grande successo, sono convinti che i volumi aumenteranno molto nei prossimi anni e sono quindi interessati ad approfondire le loro conoscenze dei vini del Sud, per ampliare il loro portfolio.
Lunedì 5 giugno, durante i due giorni dedicati al Salone del #vino e dell'olio, alle ore 19.00 Alessio Fortunato condurrà anche un seminario specifico sul Mercato del #vino italiano in Cina: L’evoluzione del settore, gli errori da non fare e le soluzioni più efficaci per questo mercato, dove illustrerà strategie e soluzioni che le aziende possono intraprendere per affrontare il mercato cinese. Un'occasione per tutti, produttori, operatori o semplici consumatori, per approfondire la conoscenza di una realtà ormai vicina ma spesso ancora poco nota.


Filtro avanzato