marzo 13, 2017 - BMW Motorsport

Nella tappa tailandese della WorldSBK, Jordi Torres - in sella ad una BMW S 1000 RR - ha conquistato un ottimo risultato, classificandosi anche nel Top5.

Seconda gara del 2017 MOTUL FIM Superbike World Championship al Chang International Circuit.
• Nelle due corse, #jorditorres, pilota dell’Althea BMW #racing Team, s’è rispettivamente classificato settimo e quinto.
• Anche il suo compagno di squadra, Markus Reiterberger, ha conquistato un piazzamento tra i primi dieci.
Monaco di Baviera. L’Althea BMW #racing Team ed i tecnici della BMW Motorrad Motorsport si sono recati in Tailandia per prender parte alla seconda gara del 2017 MOTUL FIM Superbike World Championship (WorldSBK). Il fine settimana di gara al Chang International Circuit nel Buriram ha visto il pilota spagnolo #jorditorres conquistare un importante piazzamento tra i primi cinque. In sella alla sua BMW #s1000rr, Torres s’è, infatti, classificato quinto nella corsa della domenica, dopo aver tagliato il traguardo al settimo posto in quella del sabato. Anche il suo compagno di squadra, il tedesco Markus Reiterberger, ha conquistato un piazzamento tra i primi dieci nella corsa della domenica. Sabato, Reiterberger s’è invece classificato 14°. Grazie questi risultati, i due piloti dell’Althea BMW #racing Team hanno conquistato ulteriori punti anche nel 2017 BMW Motorrad Race Trophy. È stato un weekend caldo in tutti i sensi del termine, anche letteralmente, con temperature ambientali che hanno toccato i 36°. Entrambi i piloti dell’Althea BMW #racing Team si sono subito mostrati molto competitivi nelle sessioni di prova del venerdì, accedendo direttamente alla decisiva SuperPole 2. Torres e Reiterberger si sono rispettivamente qualificati decimo e dodicesimo dello schieramento di partenza della gara del sabato. BMWMotorrad Motorsport Corporate Communications Quando le luci del semaforo si sono spente, al via della prima corsa, Torres è scattato con la sua RR, dando vita ad una rincorsa che - dopo venti giri - lo ha portato a tagliare il traguardo in settima posizione. Questo risultato gli è valso di partire dalla quarta posizione dello schieramento invertito nella gara della domenica. Torres era quinto nelle prime fasi di gara, che ha però dovuto essere interrotta dalla bandiera rossa al quinto giro, poiché c’era olio in pista in seguito alla caduta di un concorrente, a causa d’un guasto tecnico. Quando la gara è ricominciata, per disputare altri 16 giri, Torres era settimo sullo schieramento di partenza. Ha nuovamente fatto un balzo in avanti, risalendo in quinta posizione, che ha poi difeso strenuamente fino alla bandiera a scacchi, al termine d’una dura lotta con lo scozzese Chaz Davies. “Questo weekend, abbiamo fatto un ottimo lavoro”, ha poi commentato Torres. “Abbiamo provato a trovare un po’ d’aderenza ai massimi angoli di piega, al fine di poter perfettamente affrontare le curve. I nostri risultati in tutte e due le corse, disputate qui in Tailandia, sono la conferma della bontà del nostro lavoro. Per ora, la differenza rispetto ai concorrenti che ci precedono è sempre troppo grande, ma conosciamo molto bene la direzione che dobbiamo seguire per ridurla e cosa dobbiamo cambiare nel prossimo futuro per migliorare ulteriormente”. Anche il suo compagno di squadra, il tedesco Reiterberger, ha tenuto un gran ritmo sul giro in gara, ma in tutte e due le corse ha faticato nei primi giri. Ha, infatti, perso posizioni nelle fasi iniziali di tutte e due le corse, dovendo poi correre in rimonta. Sabato, s’è classificato 14°, mentre domenica ha conquistato il suo primo piazzamento stagionale nel Top10, tagliando il traguardo al decimo posto. “Tutto considerato, possiamo dire che questo weekend è stato positivo”, ha riassunto Reiterberger. “Venerdì, abbiamo cominciato a lavorare con gli assetti dell’anno scorso e tutto ha funzionato bene. Purtroppo, però, le modifiche poi effettuate per la successiva sessione di prove non hanno dato i frutti sperati e non siamo riusciti a migliorare. In tutte e due le corse, non mi è andata bene nei giri iniziali di gara, poiché ho voltato un po’ troppo largo alla prima curva, perdendo posizioni. Inoltre, ho mancato due volte il punto di frenata, a causa di miei errori. Eccezion fatta per questo, però, il weekend di gara è andato abbastanza bene e sono stato via via sempre più veloce, fino al termine. Posso recriminare soltanto d’aver perso nelle prime fasi di Corsa1 e Corsa2 l’opportunità di conquistare migliori risultati. Ora, dobbiamo analizzare i dati per capire perché ho avuto questi problemi nei giri d’apertura delle due corse e porvi rimedio per le prossime gare”. BMWMotorrad Motorsport Corporate Communications La #worldsbk farà, ora, ritorno in Europa per disputare la terza gara stagionale in terra spagnola, sul circuito MotorLand Aragón, dal 31 marzo al 2 aprile.