agosto 22, 2016 - Hublot

Hublot invita la Cina a Gstaad Il gioco a otto

Ad un'altitudine di 1008 m, su prati che si estendono per circa 40.000 m2, una competizione di 3 giorni, con 24 chukker1 , 4 squadre, 16 giocatori, 120 cavalli, 30 petiseros, un handicap cumulativo di 55 e una folla di 6000 spettatori. Circa 8000 km separano Pechino da Gstaad,ma per l' 8a edizione della #hublot #polo Gold Cup sponsorizzata da #hublot, il marchio di orologi ha invitato il suo partner, il famoso Tang #polo Club, a scendere in campo nella cornice delle Alpi Bernesi. L’occasione per presentare il modello Classic Fusion “Chukker” che misura la durata di ogni tempo di gioco. "È un onore accogliere per la prima volta la Cina a Gstaad in 20 anni di torneo. È un invito dalla profonda valenza simbolica, che rafforza i nostri legami con questo #sport equestre d'élite nato in Asia centrale. Il nome della squadra ci ricorda che il #polo arrivò in Cina nel lontano 8o secolo, sotto la dinastia Tang". Jean-Claude Biver Gstaad, 18-21 agosto 2016 - Con i suoi oltre duemila anni di storia, il #polo è uno #sport universale che unisce potenza, velocità e precisione in un ambiente elegante e conviviale. L'Hublot #polo Gold Cup, a cui partecipano quattro squadre di altissimo livello, è uno degli appuntamenti di maggior rilievo del calendario europeo. Una delle quattro squadre in gara è il team #hublot guidato da Shilai Liu, capitano e proprietario del Tang #polo Club di Pechino. Jean-Claude Biver, Chairman di #hublot e presidente della divisione orologi del gruppo LVMH, ha dato un caloroso benvenuto ai suoi ospiti in questa celebre località esclusiva, dai panorami pittoreschi e incontaminati in un'affascinante cornice montana costellata di chalet e fattorie. Un luogo ricco di tradizione. Dopo il turno di qualificazione di giovedì 18 agosto, il venerdì si è svolta la famosa parata dei giocatori lungo le vie di Gstaad. Dopo le semifinali che si sono giocate sabato 20 agosto, la finale per il terzo e quarto posto si è tenuta domenica alle ore 13:30 seguita dalla finalissima alle 15:00. Al termine dei quattro chukker, il Team #hublot ha vinto 6 1/2 - 6. È stato Marcos Di Paola a fare la differenza nel 4 o chukker contribuendo alla conquista del titolo. Per la sua 8a edizione, la #hublot #polo Gold Cup fa da sfondo al lancio del Classic Fusion “Chukker”. La cassa di 45 mm tonalità “Terra” in titanio micropallinato ospita il movimento cronografico HUB 1141, un cronografo bicompax il cui contatore, situato a ore 9, misura in 7,5 minuti la durata di ogni chukker. Il quadrante è grigiomarrone con una raffinata finitura satinata soleil centrale, contatori neri, indici applicati e lancette beige luminescenti. Corredato da un cinturino in vitello beige con impunture cucito sul caucciù, il Classic Fusion “Chukker” è realizzato in un’edizione numerata di 200 esemplari. Sul campo, le squadre, a colpi di swing e revers, hanno mostrato tutta la potenza dei loro cavalli e la precisione della loro tecnica sportiva. Fuori campo, gli ospiti si sono divertiti alla guida di supercar Ferrari, new entry nel torneo e marchio partner di #hublot dal 2011, e hanno approfondito le loro conoscenze di orologeria presso la #hublot Watch Academy. Collaborando con le squadre di #polo più prestigiose e con i tornei più leggendari del circuito, negli ultimi dieci anni #hublot ha svolto un ruolo di primo piano in questo #sport dei Re.

Ti potrebbe interessare anche

aprile 26, 2017
marzo 22, 2017
marzo 22, 2017